Il consigliere regionale Cirillo: “No a chiusura della stazione di Meta”

meta-stazione

META. “Accade a Meta che una turista viene picchiata da un delinquente nel tentativo di uno scippo e due ragazzi vengono accoltellati da coetanei durante una rissa. Vi è un chiaro problema di sicurezza in coincidenza con l’aumento significativo della presenza di bagnanti e turisti che dalla stazione della circumvesuviana si dirigono ai lidi balneari”.

luigi-cirillo-m5s

E’ quanto afferma il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Luigi Cirillo, sul proprio profilo Facebook. Il politico pentastellato boccia anche la proposta-provocazione del sindaco Giuseppe Tito di chiudere lo scalo ferroviario nelle mattine dei weekend e delle giornate festive. Un no secco che si aggiunge a quelli già emersi tra domenica e ieri. (Per leggere l’articolo clicca qui).

“La soluzione – aggiunge Cirillo – non può e non deve essere la chiusura della stazione come, da quanto si apprende dai giornali, propone il sindaco di Meta. La criminalità, le gang, il vandalismo non lo si ferma chiudendo, in piena stagione estiva, una stazione del pubblico trasporto locale le cui corse dovrebbero, invece, essere incrementate durante il periodo estivo”.

Il consigliere regionale, quindi, propone la sua ricetta per sconfiggere la delinquenza ed i teppisti del fine settimana: “Servono più controlli dentro e fuori le stazioni, videosorveglianza e un coordinamento più attento delle forze dell’ordine. Porteremo nuovamente la questione sicurezza nel pubblico trasporto all’attenzione dell’assessorato ai Trasporti e alla dirigenza Eav in quanto nostro interesse è individuare un sistema a monte di controllo e vigilanza efficace per garantire la sicurezza dei viaggiatori”.