Fiamme da un’auto a Puolo, ma i pompieri non possono raggiungere l’area a causa della sosta selvaggia

autoinsostaselvaggiaaPuolo

SORRENTO. Si incendia auto nel parcheggio de La Piazzetta di Marina di Puolo e solo il tempestivo intervento degli operatori turistici con gli estintori evita che il rogo coinvolga altri veicoli in sosta.

 

Ieri pomeriggio un uomo ha visto le fiamme uscire dalla vettura che si trovava nello spazio non custodito perché ancora il Comune non ha assegnato la concessione del parcheggio demaniale.

I primi ad intervenire sono stati alcuni operatori degli esercizi del borgo, i quali, grazie ai sistemi antincendio in dotazione alle loro attività, sono riusciti a domare il fuoco.

Un episodio che ripropone, ancora una volta, la questione delle aree di sosta di Puolo. Nella zona, infatti, i due parcheggi – oltre quello de La Piazzetta anche quello de La Pignatella – sono ancora chiusi ed i bagnanti lasciano le auto in sosta selvaggia lungo la strada ed all’interno dello spazio pubblico non ancora affidato in gestione alla cooperativa che si è aggiudicata l’appalto.

Ieri, verso le 13, si trovavano auto e scooter parcheggiati su ambo i lati della stretta stradina che conduce al mare. In alcuni tratti lo spazio lasciato libero tra i veicoli era talmente angusto da impedire il passaggio di altri veicoli e certamente per i vigili del fuoco sarebbe stato impossibile raggiungere la zona del rogo.

Nei giorni scorsi, inoltre, una parte della superficie in genere occupata dalle auto, è stata recintata per il rischio di smottamenti dalla parete tufacea sovrastante. Questo, però, non ha impedito a molti automobilisti e centauri di parcheggiare comunque ai bordi della rete di protezione.

L’altro parcheggio della zona, invece, quello de La Pignatella, ancora non ha ricevuto l’autorizzazione amministrativa ad aprire i battenti. Qualche settimana fa il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo, ha varato un’ordinanza per individuare spazi da destinare, durante i mesi estivi, alla sosta dei veicoli.

Sembrava la soluzione al problema, invece, fino ad ora, il via libera allo svolgimento dell’attività ancora non è arrivato.

Anzi, nei giorni scorsi dagli uffici di piazza Sant’Antonino è partita una diffida nei confronti dei proprietari del fondo dall’aprire il parcheggio se prima non viene emesso il provvedimento che necessita dei pareri di polizia municipale ed ufficio Ambiente del Comune.

Problemi anche ai Bagni della Regina Giovanna del Capo di Sorrento. Nei giorni scorsi, infatti, è stato divelto il paletto utilizzato per bloccare il cancello che immette verso il mare. Ciò ha reso la stradina di epoca romana una pista per motocicli che continuano a sfrecciare, provocando il terrore tra i turisti, sia di giorno, che di notte.

RIPRODUZIONE RISERVATA