E’ fuori pericolo il ragazzo ferito nella rissa di piazza Tasso

polizia-di-stato

SORRENTO. Ha appena compiuto i 18 anni il ragazzo ferito la scorsa notte con una coltellata nel corso di una rissa scoppiata in piazza Tasso.

La lite sarebbe cominciata all’interno del Fauno notte, a causa di un banale spintone. Poi i due gruppi di ragazzi coinvolti, verso le 3, si sono ritrovati all’esterno del locale. Qui l’alterco è proseguito, prima a parole, poi sono volati calci e pugni. Uno dei giovani, però, ha estratto dalle tasche un coltello ed ha inferto un fendente nei confronti di un altro ragazzo, che si è accasciato al suolo.

In suo aiuto sono accorse alcune persone che hanno assistito alla scena. Uno di loro ha chiamato il 118 ed un’ambulanza in pochi minuti ha raggiunto piazza Tasso. I sanitari hanno, quindi, trasportato il ferito, ed un suo amico che nella colluttazione ha riportato alcune contusioni, al pronto soccorso dell’ospedale cittadino. Il 18enne con la lesione da arma da taglio questa mattina è stato sottoposto ad un intervento chirurgico, soprattutto allo scopo di verificare che non avesse subito lesioni agli organi interni. Al momento è trattenuto in osservazione, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. L’altro ragazzo ferito, che è minorenne, è stato medicato e poi dimesso.

Sulla vicenda indagano gli agenti del commissariato di Sorrento, coordinati dal vice questore Antonio Vinciguerra. Per ora è certo il coinvolgimento di 4 giovani. Oltre i due feriti, che sono originari della penisola sorrentina, sarebbero stati identificati altri due ragazzi, entrambi minorenni e residenti nell’area stabiese o nel vesuviano. Ma nelle prossime ore non è escluso che il numero dei soggetti indagati aumenti. Le ipotesi di reato sono il tentato omicidio ed il porto abusivo d’arma.

L’episodio di questa notte ripropone ancora una volta il problema della sicurezza a Sorrento e dintorni. Nelle ultime settimane la cronaca è stata, purtroppo, ricca di casi che destano molta preoccupazione tra i residenti. Basti pensare alla rapina alla Deutsche Bank di piazza Lauro, oppure ai furti ai danni della tabaccheria di Massa Lubrense, della bigiotteria di via San Cesareo, a Sorrento, oppure al panificio di Sant’Agnello.

Ma basta tornare indietro nel tempo di poco più di un mese per trovare un fatto analogo a quello verificatosi la notte scorsa. Erano le prime ore del mattino del 3 dicembre quando due giovani vennero gravemente feriti con una serie di coltellate. L’episodio si verificò in piazza Lauro. In quel caso due fratelli di 22 e 25 anni ed un loro amico di 23 anni finirono in manette con le pesanti accuse di tentato omicidio, porto abusivo di armi e rissa.