Domani a Sant’Agnello un convegno sulla coscienza

Antonio-Parisi-Enrica-Bonaccorti

SANT’AGNELLO. In occasione della presentazione del master biennale per la “Riabilitazione sensori-motoria” secondo la metodologia Delacato di organizzazione neurologica, il Centro studi e ricerche per le Neuroscienze dello Sviluppo “Carl Delacato” ha organizzato per domani pomeriggio, alle 17.30, il convegno sul tema “Percepire qualcosa, in che modo siamo consapevoli della nostra esistenza”.

 

L’obiettivo dell’incontro-dibattito, che si svolgerà presso la sede del Centro di via Iommella Grande a Sant’Agnello, è la promozione di una seria riflessione su quelle che sono le basi della nostra consapevolezza.

“Nell’essere umano la conoscenza va ben oltre il processo percettivo, fino a raggiungere livelli di autoconsapevolezza che sembrerebbero appartenere solo alla specie umana – spiega il dottor Antonio Parisi, promotore dell’iniziativa -. È ben vivo in ambito scientifico un dibattito articolato su ipotesi antagoniste: la coscienza rappresenta un continuum dell’atto percettivo; la coscienza è un fenomeno tipicamente umano”.

Previsti gli interventi del professore Raffaele Lauro che illustrerà come il pensiero filosofico da Platone a Cartesio ha condizionato il modo di interpretare la coscienza umana. Il fisico, professor Giuseppe Vitiello, dell’Università di Salerno, darà al pubblico presente tutte quelle informazioni che negli ultimi decenni hanno rovesciato l’approccio della scienza verso lo studio della coscienza. L’intervento di Enrica Bonaccorti, autrice del romanzo “L’uomo immobile”, sarà finalizzato a far riflettere su alcune questioni quali ad esempio l’eutanasia.

“Non vi è alcun dubbio – precisa Parisi – che la sede della coscienza è il cervello: infatti un danno ad un altro organo non modifica la coscienza se non modifica il funzionamento del cervello. L’inadeguatezza delle teorie scientifiche nel dare una spiegazione della coscienza è la conseguenza di un’insufficiente conoscenza di come funziona il nostro cervello. In futuro la fisica potrebbe esserci di aiuto”.

Il convegno, patrocinato dall’assessorato al Turismo ed alla Pubblica istruzione del Comune di Sant’Agnello, sarà moderato dallo stesso dottor Antonio Parisi, che è anche presidente del Centro Studi “Carl Delacato”.

RIPRODUZIONE RISERVATA