Campagna di Marevivo contro l’abbandono delle cicche

cicche-spiaggia

MASSA LUBRENSE. Migliaia di portacenere tascabili per diportisti, bagnanti e pescatori costieri per evitare di gettare in mare cicche di sigarette e mozziconi di sigari. Col primo weekend di agosto anche il Parco marino di Punta Campanella partecipa alla campagna di sensibilizzazione “Ma il mare vale una cicca?” lanciata da Marevivo per invitare diportisti, bagnanti e pescatori costieri a non gettare in mare avanzi di sigari e sigarette ma di riporli in appositi portacenere tascabili.

Da sabato prossimo volontari ed operatori dell’Area marina protetta di Punta Campanella distribuiranno nei porti, negli approdi e sulle spiagge di Massa Lubrense e dei partner del parco marino centinaia di portaceneri portabili al giorno, parte dei 120mila posacenere fatti creare da Marevivo per preservare gli splendidi specchi d’acqua del mare delle Sirene dalla lentissima operazione di biodegradabilità o biodegradazione (da 1 a 5 anni) ed evitare la formazione di file di cicche e mozziconi lunghe oltre 550 chilometri di costa.