Capri Watch, fashion accessories

Bonifica di Marina Grande, raccolte 7 tonnellate di rifiuti

raccolta-rifiuti-fondali-marina-grande

SORRENTO. Una grande festa ecologica in favore del mare e del nostro ambiente. Questo in sintesi è il significato dei quattro giorni dedicati alla bonifica definitiva dei fondali di Marina Grande organizzata dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento in collaborazione con la società Penisolaverde spa. Tra le autorità che hanno preso parte all’appuntamento si registra l’intervento di Daniela Villani, assessore alla Risorsa mare del Comune di Napoli in rappresentanza del sindaco Luigi De Magistris che ha patrocinato questa iniziativa e si è fatta promotore degli Stati Generali del Mare in ambito Metropolitano che proprio con l’appuntamento di Sorrento hanno avviato le iniziative su scala costiera metropolitana.

I partecipanti sono stati accolti dal consigliere comunale di Sorrento, Luigi Di Prisco, promotore e organizzatore di questa iniziativa in rappresentanza dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Giuseppe Cuomo. Dopo quattro giornate di operazioni sono state raccolte oltre 7 tonnellate di rifiuti di vario genere, in maggioranza reti da pesca abbandonate sul fondale e altri materiali quali nasse e utensili vari. Momento particolarmente significativo di questa quattro giorni è stato quello del venerdì con la raccolta di numerosi rifiuti ingombranti sia di natura domestica che depositati dagli operatori turistici e commerciali, nonché dai pescatori del borgo marinaro. Sono stati raccolti numerosi furgoni pieni di mobiletti, travi di legno ed elettrodomestici vari.

pulizia-fondali-marina-grande-55

Culmine delle attività doveva essere la grande pulizia finale dei fondali prevista per questa mattina che però dopo attenta analisi, a causa delle avverse condizioni meteo è stata rinviata al prossimo 28 ottobre. Nonostante tutto questa mattinata è stata utile per organizzare una tavola rotonda per parlare sullo stato attuale dopo questi tre giorni di bonifica di Marina Grande a cui hanno partecipato circa 50 soggetti tra sub ed apneisti, i corpi militari della Guardia di Finanza intervenuti con il nucleo sommozzatori di Nisida, la Guardia Costiera sezione di Sorrento a cui si sono affiancati i loro sub in stazionamento a Napoli, l’Area marina protetta Punta Campanella e le numerose organizzazioni di volontari tra cui Marevivo, l’associazione Jacque Cousteau, il centro subacqueo di Torre del Greco, la Cooperativa Sant’Anna, la Cooperativa Azzurra, il Poseidon Team, l’associazione Fondali Campania e l’associazione Ercosub.

bonifica-marina-grande-22

“Sono profondamente emozionato per quello che abbiamo realizzato e costruito in questi due anni insieme – sottolinea Di Prisco -. Il successo non sta soltanto nella bonifica dei fondali di Marina Grande, deturpati da tonnellate di rifiuti, ma è l’esempio per la piena valorizzazione di un borgo che è tra i luoghi più suggestivi e che rappresenta una parte significa della storia della nostra Sorrento. Un sentito ringraziamento a tutte le istituzioni, i corpi militari, ai volontari, alle associazioni coinvolte e a tutti coloro che hanno partecipato fin dall’inizio a questo ciclo di attività che oggi trova il suo coronamento. Un grazie di cuore al sindaco Giuseppe Cuomo che ha creduto con me in queste attività e ne ha sostenuto la realizzazione. Il mio sogno è che il seme piantato oggi domani possa germogliare attraverso il consolidamento di una nuova coscienza civica improntata alla sostenibilità e alla tutela della risorsa mare”.

Daniela Villani assessore alla Risorsa mare del Comune di Napoli che ha patrocinato l’iniziativa ha aggiunto: “Mettere in sinergia le migliori best practices tra i Comuni della Città Metropolitana di Napoli significa vincere l’importante sfida della tutela e salvaguardia del mare del Golfo di Napoli. obiettivi questi ultimi pienamente condivisi con il consigliere comunale di Sorrento, Luigi Di Prisco, con delega all’Ambiente”.