Alla chiesa dell’Annunziata un incontro sui riti della Settimana Santa

processione1

SORRENTO. “Le Feste del Dolore – Riti di Passione nel Meridione d’Italia”: è questo il tema dell’incontro che si terrà sabato 28 febbraio nella chiesa della Santissima Annunziata di Sorrento a partire dalle ore 18:30. Si tratta del primo di un ciclo di appuntamenti organizzati dall’Arciconfraternita di Santa Monica che, come ogni anno, si prepara ad organizzare i solenni riti della Settimana Santa sorrentina, in particolare la Processione Bianca della notte del Venerdì Santo.

La conferenza sarà curata da Francesco Stanzione, cultore e profondo conoscitore dei riti e delle tradizioni di pietà popolare della Settimana Santa nel Sud Italia. Molfettese di nascita, già priore della Confraternita di San Luigi Gonzaga e dell’Arciconfraternita della Morte di Molfetta, ha tenuto relazioni e convegni sulla pietà popolare e la Settimana Santa in diverse città del Meridione. Inoltre è curatore e redattore del sito web “la mia Settimana Santa”, forse il più completo sito di divulgazione e approfondimento della storia dei riti in Italia e all’estero. E’ autore di diverse pubblicazioni sul tema e a Sorrento incentrerà la propria analisi su quelle che sono le peculiarità, le radici storiche e antropologiche di alcuni dei riti più sentiti del triduo Pasquale. Attraverso l’ausilio di video e immagini, traccerà un percorso di approfondimento della storia e delle peculiarità che caratterizzano i riti penitenziali tramandati da generazioni nel mezzogiorno.

Oltre all’incontro di sabato 28 febbraio, nutrito e articolato è il calendario degli appuntamenti curati dal sodalizio retto da Massimo Fiorentino. Ogni sabato, fino al 28 marzo, la chiesa dell’Annunziata sarà impegnata, infatti, ad ospitare eventi culturali e musicali di grande spessore: il 7 marzo alle 18:30 l’Associazione Trabaci di Napoli si esibirà in concerto suonando musiche di Pergolesi, Vivaldi, Donizetti; il 14 marzo alle 18, sarà ospite della rassegna il coro del Miserere della parrocchia di Piano di Sorrento che con i suoi oltre 300 cantori farà risuonare la solenne melodia composta dal Selechy. Sabato 21 marzo alle ore 18:30 sarà di scena invece il concerto di marce funebri eseguite dalla Grande Orchestra di Fiati “Santa Cecilia” di Taranto diretta dal Maestro Gregucci, al quale parteciperanno, in una cerimonia di “affratellamento” con il sodalizio di Santa Monica, anche le confraternite tarantine che organizzano i riti penitenziali della Settimana Santa. Il ciclo si concluderà sabato 28 marzo alle ore 20, con una retrospettiva di immagini della processione Bianca negli anni ’70 e ’80, curata da Antonino Fattorusso.