Acqua pubblica, ddl in Parlamento con 250 emendamenti

acquapiccola

“La Lega sta presentando degli emendamenti per tentare di cambiare la legge sull’acqua pubblica prima che arrivi alla Camera. È gravissimo”. È quanto sostiene padre Alex Zanotelli, il missionario comboniano che ha ispirato i movimenti per l’acqua verso il referendum contro la privatizzazione del 2011. Dopo 3 mesi di audizioni, la legge sull’acqua a firma della parlamentare del Movimento 5 Stelle, Federica Daga, ispirata alla proposta di iniziativa popolare formulata dai movimenti, ha superato il primo passaggio in Commissione Ambiente.

Proprio padre Zanotelli era stato invitato dal presidente della Camera, Roberto Fico, in Parlamento per arricchire la legge Daga che dovrebbe essere discussa in aula a marzo ma prima dovrà superare lo scoglio di oltre 250 emendamenti presentati in Commissione, molti a firma Lega.

“Con i movimenti sosteniamo che se la legge non resta quella che è, noi la ripudieremo”, attacca Zanotelli, invitando il Movimento 5 Stelle a “resistere e forzare la Lega”. Il missionario, infatti, è convinto che il Carroccio sia legato alle società che “gestiscono il servizio idrico al Nord. È chiaro che la ripubblicizzazione dell’acqua, come noi la intendiamo, va storta”.