A Sorrento raffica di denunce per abusi edilizi

polizia-municipale

SORRENTO. Ben 24 soggetti, tra persone fisiche e società, committenti dei lavori e proprietari degli immobili, deferiti alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata per aver commesso abusi edilizi. È quanto emerge dalle verifiche effettuate nel corso del mese di dicembre a Sorrento. Attività che ha visto impegnati gli agenti della polizia municipale insieme al personale dell’ufficio Tecnico dell’ente di piazza Sant’Antonino.

La maggior parte dei controlli ha riguardato gli esercizi commerciali del centro. In particolare l’attenzione dei caschi bianchi, come già avvenuto nel recente passato, si è focalizzata sulle vetrine dei negozi. Passate al setaccio le attività di via Luigi De Maio, la strada che da piazza Tasso raggiunge il porto di Marina Piccola attraversando piazza Sant’Antonino.

In un negozio è stata rilevata l’installazione di una soglia abusiva su suolo pubblico di circa 1,6 metri quadrati. Presso un altro esercizio i vigili hanno riscontrato la presenza di una vetrina espositiva priva di autorizzazione della superficie di 0,19 metri quadrati. Ed ancora. All’interno di un locale commerciale è stata individuata una vetrina con una soglia abusiva di 0,88 metri quadri. In un altro negozio di via De Maio riscontrata l’installazione di una soglia abusiva di 0,20 metri quadri sulla quale c’è anche una tenda retrattile non autorizzata.

In un locale della medesima zona individuata la sistemazione di una vetrina e di una soglia abusiva per circa 0,10 metri quadri. In un altro esercizio della stessa parte del territorio cittadino i caschi bianchi ed i tecnici comunali hanno individuato l’installazione su suolo pubblico di una struttura metallica con relativa insegna che misurano quasi 6 metri per 0,15.

Analoghi controlli, inoltre, hanno interessato anche il corso Italia. In questo caso sono due gli esercizi dove sono stati rilevati abusi edilizi. Nel primo locale è stata riscontrata la posa di una vetrina espositiva e di una soglia di 0,14 metri quadri, oltre ad una sovrastante tenda retrattile, il tutto in mancanza delle necessarie autorizzazioni edilizie. Nell’altro esercizio della principale strada di Sorrento, invece, rilevata l’installazione di vetrine abusive per 0,20 metri quadri ed anche qui la presenza di una tenda retrattile priva di concessioni amministrative. Sempre per quanto riguarda le verifiche presso gli esercizi commerciali, gli agenti del comandante Antonio Marcia, in un locale di piazza Tasso, hanno rilevato l’installazione di vetrine e di una soglia abusiva per una superficie di circa 0,66 metri quadri.

L’attività di contrasto all’edificazione in assenza di autorizzazioni ha interessato anche le abitazioni private. In particolare, in via Nastro Verde rilevata la trasformazione di 2 vani finestra in porta-finestra, con la conseguente modifica del prospetto del fabbricato. Nella stessa zona periferica, in un fondo di via Parise, è stata riscontrata la realizzazione di muretti di pietrame con legami cementizi, oltre all’asporto e riporto di terreno vegetale.