Capri Watch, fashion accessories

A Sorrento multe a case vacanza senza Scia. L’Abbac: “Vanno annullate”

piazza-tasso-sorrento-77

SORRENTO. Le case vacanza finiscono nel mirino della polizia municipale. In particolare i caschi bianchi stanno sanzionando le strutture che operano in assenza di Scia, ovvero la segnalazione certificata di inizio attività che deve essere protocollata al Comune al momento di apertura.

Secondo gli operatori turistici, però, le multe sono irregolari. Perché le abitazioni vengono locate per un periodo inferiore ai trenta giorni. E l’Abbac, l’associazione di categoria dei gestori di esercizi extralberghieri, è già intervenuto per chiedere al Comune l’annullamento dei verbali.

Nei mirino degli agenti del comandante Antonio Marcia alcune case vacanza del centro di Sorrento. Nei confronti dei titolari sono arrivate multe salate. Stando alla normativa regionale, infatti, le sanzioni vanno da 2mila a 10mila euro.

“Pare che non sia chiaro agli accertatori quanto previsto dall’articolo 4 del decreto legge 50/2017 – sostiene l’Abbac attraverso il suo presidente, Agostino Ingenito – che ha disposto in merito alle locazioni brevi al di sotto dei 30 giorni che non è prevista al momento alcuna presentazione di Scia comunale.

Dai riscontri effettuati – si legge ancora nella nota – pare risulti che gli accertatori sanzionino gli operatori ricettivi che applicano la modalità di locazione breve ritenendo, a torto, che sia necessaria una Scia di casa e appartamento vacanza”.

Dall’Abbac, quindi, chiedono un confronto “per consentire di verificare la regolarità amministrativa dei procedimenti sinora adoperati ed evitare in tal modo ricorsi giudiziari che genererebbero ulteriore confusione nel settore. L’auspicio è che si possa procedere ad un tavolo di confronto al fine di definire azioni sinergiche contro l’abusivismo ricettivo”.