Capri Watch fashion & Accessories

Sanità al collasso in penisola sorrentina, nulla di fatto dall’incontro sindaci-Asl

pronto-soccorso-vico-equense-chiuso

Ieri sera il sindaco ed alcuni consiglieri comunali di Vico Equense, insieme agli altri primi cittadini della penisola sorrentina ed al consigliere regionale Gennaro Cinque, hanno incontrato il direttore generale dell’Asl Napoli 3 Sud, Gennaro Sosto. Al centro del confronto il poliambulatorio della frazione collinare di Moiano a Vico Equense, la chiusura del pronto soccorso del De Luca e Rossano e tante altre carenze che riguardano la sanità pubblica in costiera.

Al termine del summit è stato il sindaco di Vico Equense, Giuseppe Aiello, a rendicontare: “È stato un incontro lungo e a tratti acceso – chiarisce -. Il poliambulatorio attuale necessità di lavori di adeguamento che richiedono la dislocazione di tutti i servizi in un altro luogo. Al fine di limitare i disagi ed evitare, l’ormai dato per certo, spostamento lontano da Moiano, abbiamo proposto una sede temporanea alternativa ed abbiamo ottenuto l’ok dal direttore generale. A breve eseguiremo i lavori di adeguamento nella nuova sede temporanea così da consentire che i servizi amministrativi, la guardia medica, il punto vaccinale e i prelievi restino a Moiano”.

Nulla di fatto, invece, per le altre questioni sul tavolo, in primis quella della perdurante chiusura del reparto di emergenza dell’ospedale De Luca e Rossano. “Sul Pronto Soccorso, e più in generale sulla sanità in penisola sorrentina – aggiunge Aiello – esiste una carenza di organico sostanziale e preoccupante di medici d’urgenza e di anestesisti che ogni giorno mette a rischio il mantenimento di servizi essenziali per la nostra città e per l’intera penisola. Per tali profili professionali sono in corso procedure concorsuali che monitoreremo costantemente e con la massima attenzione e ci auguriamo possano dare esito positivo. Unanimemente abbiamo ribadito la necessità della riapertura del pronto soccorso di Vico Equense”.

“I nostri territori sono legati tra loro per morfologia, per cultura e per storia – conclude il sindaco di Vico Equense -. Abbiamo dimostrato senso di appartenenza e capacità di dare voce unica a comunità diverse. Ai sindaci della penisola va il mio personale ringraziamento per il supporto e la vicinanza. Infine al direttore generale ho chiesto un altro incontro a breve, che verosimilmente si terrà intorno al 18 novembre”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play