Capri Watch fashion & Accessories

Regolamento per le immersioni al Banco di Santa Croce

banco-di-santa-croce

VICO EQUENSE. Il Consiglio comunale approva all’unanimità il regolamento per la fruizione della zona di tutela biologica del Banco di Santa Croce. si tratta di un provvedimento che nasce con lo scopo di salvaguardare un’area marina di grande interesse naturalistico. Per questo motivo sono stati previsti una serie di paletti che mirano ad una fruizione consapevole dell’oasi.

La gestione dello specchio di mare sarà esercitata dal Comune di Vico Equense che nominerà un responsabile e una commissione costituita da tre membri i quali avranno il compito di stabilire il numero annuo delle singole immersioni e gestire le autorizzazioni necessarie per consentire tali attività. Previsto, inoltre, per chi vorrà effettuare escursioni subacquee il pagamento di un ticket.

BancodiSantaCroce

Vietate, inoltre, le attività di didattica subacquea e consentite le visite guidate ad opera dei centri di immersione autorizzati solo ad alcune condizioni. Queste, infatti, dovranno essere svolte da professionisti con brevetto, in un numero di sommozzatori non superiore a 6 per ogni istruttore, per un massimo di 12 per ciascuna immersione. In base al regolamento approvato ieri il Comune si riserva la possibilità, a seguito di un monitoraggio, di stabilire e modificare il numero massimo di immersioni al giorno e quello delle imbarcazioni presenti.

La navigazione dei natanti a supporto dell’attività dei sub è consentita a velocità non superiore a 5 nodi, entro la distanza di 500 metri dalla boa di segnalazione e di ormeggio e, oltre a tale distanza, non oltre i 10 nodi. Per l’attività di diving e visite guidate, corsia preferenziale avranno i residenti del territorio.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play