Capri Watch fashion & Accessories

Quarantena per chi arriva dal Regno Unito, Fiavet Campania scrive al ministro

La quarantena di cinque giorni, con obbligo di tampone finale per i britannici, sta facendo collassare tutto il sistema delle prenotazioni già effettuate con enormi disagi per chi ha acquistato la vacanza ed è pronto a partire in queste ore. È quanto si osserva in una nota di Fiavet Campania, la federazione regionale degli agenti di viaggio e tour operator che ha lanciato l’allarme all’indomani dell’ordinanza che conferma l’obbligo di isolamento per gli inglesi che si recano in vacanza in Italia. Tutto ciò mentre il governatore Vincenzo De Luca ha anche confermato l’obbligo della mascherina all’aperto e altre misure anti contagio nel mese di agosto.

Restrizioni che stanno mettendo in ginocchio il comparto dell’accoglienza nella Regione. Già l’altro giorno, all’indomani della firma dell’ordinanza da parte del ministro della Salute, Roberto Speranza, Federalberghi Campania, attraverso il presidente Costanzo Iaccarino, ha attaccato il governo parlando di “colpo di grazia per il turismo della Regione”.

Ora scende in campo Fiavet Campania che lancia “un accorato appello al ministro del Turismo, Massimo Garavaglia, per scongiurare l’ennesima emergenza che si somma ai “suggerimenti” dei giorni scorsi che hanno scoraggiato le vacanze degli italiani all’estero ammonendo sui costi di forzata permanenza e di assicurazione in caso di contatti con positivi”.

“Si rischia – si legge nella nota – di cancellare oltre l’80 per cento dei viaggi programmati nella penisola sorrentina e nelle altre mete preferite dal mercato anglosassone e sarà una vera e propria catastrofe se, nelle prossime ore, non saranno adottate delle modifiche a questo provvedimento che mette definitivamente in ginocchio le agenzie di viaggio e gli operatori turistici della Campania”. Per Fiavet, inoltre, si rischia “di aggiungere l’ulteriore danno dello spostamento delle prenotazioni dell’ultim’ora verso altri Paesi competitor come Spagna, Grecia, Croazia e Turchia che non prevedono la quarantena obbligatoria”.

Download on app storeDisponibile su Google Play