Capri Watch fashion & Accessories

Pulizia della Regina Giovanna, raccolti quintali di rifiuti

pulizia-fondali-regina-giovanna-230717

SORRENTO. Plastica, vetro, reti, ma anche migliaia di mozziconi di sigaretta. Ripulita ieri mattina l’area archeologica della Regina Giovanna al Capo di Sorrento. L’iniziativa, voluta dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Sorrento, ha visto la partecipazione dell’Area marina protetta di Punta Campanella, di Penisolaverde, di Marevivo, della cooperativa Sant’Anna e dei sub dell’associazione J.Costeau. Numerosi volontari, anche i giovani stranieri del project Mare ospiti del Parco marino da mesi, hanno partecipato alle operazioni di pulizia. Rimossi una gran quantità di rifiuti dall’area archeologica, famosa per la villa romana ancora visibile e per la piscina naturale dove nuotava la Regina Giovanna.

Particolare attenzione è stata rivolta alle cicche di sigarette: migliaia sono state raccolte mentre gli attivisti di Marevivo hanno distribuito centinaia di posacenere tascabili. Contemporaneamente, i sub dell’associazione J.Costeau hanno setacciato i fondali rimuovendo diversi materiali con il supporto dello spazzamare in dotazione all’Area marina protetta di Punta Campanella.

pulizia-fondali-regina-giovanna-230717-1

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle azioni di pulizia e sensibilizzazione portate avanti dal Comune di Sorrento e dal Parco marino negli ultimi anni. Grande attenzione è stata rivolta proprio all’area dei Bagni della Regina Giovanna dove, da qualche settimana, è attivo un servizio di guardiania per evitare l’ingresso di auto e scooter.

“Grande soddisfazione per questa bella giornata ecologica che ha visto un’azione di pulizia e sensibilizzazione presso il sito della Regina Giovanna, nonché della scogliera de La Solara sia da terra che da mare – dichiara il consigliere comunale di Sorrento, Luigi Di Prisco –. Ancora una volta, oltre a tutte le organizzazioni che hanno partecipato a questo appuntamento, è stato bello vedere la spontanea collaborazione da parte di numerosi bagnanti durante le azioni di pulizia. Abbiamo aggiunto n altro importante tassello verso la salvaguardia della Regina Giovanna”.

Soddisfatti anche i vertici dell’Area marina protetta di Punta Campanella, con il presidente, Michele Giustiniani e il direttore, Antonino Miccio: “Il Parco Marino è sempre pronto e in prima linea quando si tratta di svolgere azioni concrete di riqualificazione e di sensibilizzazione. Fondamentale la sinergia tra più enti per ottenere risultati migliori”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play