Capri Watch fashion & Accessories

Petizione per salvare il Centro di salute mentale di Sorrento

centro-salute-mentale-sorrento

SORRENTO. Dopo il sit-in organizzato in piazza Tasso durante la festa in onore di Sant’Antonino, è partita una raccolta di firme per tentare di scongiurare lo stop dell’attività del Centro di salute mentale di via del Mare, struttura assistenziale che l’Asl Napoli 3-Sud ha deciso di chiudere a partire dal prossimo primo marzo poiché ritenuta “inadeguata alle esigenze dell’attività psichiatrica”. L’iniziativa è stata promossa per evitare il trasferimento a Castellammare di Stabia o Terzigno degli 11 pazienti psichiatrici gravi ospitati presso il Centro e di lasciare senza assistenza sul territorio gli altri mille pazienti affetti da disturbi di vario tipo che fanno riferimento alla struttura.

Lanciata attraverso la piattaforma change.org, (per accedere alla raccolta firme clicca qui) la petizione è indirizzata al governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, al sindaco della Città Metropolitana di Napoli Luigi de Magistris ed ai primi cittadini dei sei Comuni della penisola sorrentina. I promotori puntano ad evitare la soppressione del Centro di Salute mentale chiedendone il trasferimento in via degli Aranci, sempre a Sorrento, nell’edificio dell’ex Arips, dove al momento trovano spazio alcuni uffici del Piano sociale di zona. Già raggiunte quasi 700 firme per l’obiettivo fissato almeno in mille.

“Una soluzione che farebbe tutti felici – si legge nel documento -. Sia i pazienti, che non verrebbero sradicati da un contesto geografico e sociale in cui ormai sono inseriti, sia la collettività, che non dovrebbe più sostenere i costi legati al canone di locazione della struttura di via del Mare”. A breve la questione dovrebbe essere affrontata nel corso di un summit tra i sindaci della costiera sorrentina.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play