Capri Watch fashion & Accessories

Passi in avanti per l’Area marina protetta di Capri

assalto-barche-capri

“Un impegno preso che sta per diventare finalmente realtà, l’istituzione dell’Area marina protetta di Capri sta procedendo veloce il suo iter verso l’approvazione, come ha confermato il ministro Sergio Costa”, così la senatrice Virginia La Mura, capogruppo M5S in commissione Territorio, Ambiente, Beni ambientali.

“Lo stanziamento di 500mila euro per il 2020 per l’istituzione dell’Area marina di Capri, insieme a quelle di Capo Spartivento e Isola San Pietro in Sardegna e Costa di Maratea in Basilicata, rappresenta la ferma volontà di tutelare aree dagli ecosistemi marini preziosi che l’impatto dell’uomo ha messo a rischio – continua La Mura -. A Capri ogni anno migliaia di imbarcazioni sostano sotto costa arrecando danni enormi ai fondali ricchi di praterie di posidonia oceanica.

Un incremento del flusso di imbarcazioni che è avvenuto dall’istituzione dell’Area marina protetta di Punta Campanella che solo in parte tutela l’isola azzurra. Da anni i sindaci dei Comuni di Capri di qualsiasi schieramento politico chiedono la tutela dell’isola, anche perché la mole di imbarcazioni che la avvolge ogni estate rappresenta quel turismo mordi e fuggi che di certo non offre alcun beneficio all’economia dell’isola. Lo sviluppo economico deve essere invece sostenibile, incluso quello turistico. A Capri finalmente andremo in questa direzione”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play