Capri Watch fashion & Accessories

Omaggio di Sorrento a Lucio Dalla, si parte

jorit-lucio-dalla-sorrento copia

“Se io fossi un angelo, chissà cosa farei…è chiaro che volerei. Zingaro libero, tutto il mondo girerei. Andrei in Afganistan e più giù in Sudafrica. A parlare con l’America. E se non mi abbattono anche coi russi parlerei…Con lo sguardo biblico li fisserei…Poi sulla testa vi piscerei. Sui vostri traffici, sui vostri dollari. Sulle vostre belle fabbriche di missili”. Jorit ha esordito recitando parte del testo della canzone “Se io fossi un angelo” di Lucio Dalla nel suo intervento per spiegare il senso dell’opera che intende realizzare in omaggio al cantautore bolognese.

“Sono parole quanto mai attuali che sembrano scritte oggi quando si respirano di nuovo venti di guerra in Europa – sottolinea lo street artist – ed è proprio da questo pensiero di Lucio che invita a riflettere sul senso della vita che voglio partire per realizzare il lavoro a lui dedicato”. Jorit è stato chiamato dall’amministrazione di Sorrento a dare vita ad un murales di 70 metri quadri sulla facciata di un palazzo del centro in memoria di Dalla a 10 anni dalla morte.

presentazione-i-colori-di-lucio

Un lutto che colpì anche Sorrento di cui divenne cittadino onorario il 2 luglio 1987. Città che ora vuole ricordarlo come merita. “I Colori di Lucio” è il titolo della rassegna in programma tra il 4 marzo (giorno in cui Dalla nacque nel 1943, data alla quale ha dedicato una delle sue canzoni più famose) ed il 3 aprile. Ideata dall’associazione Nemesi, sostenuta dalla Fondazione Lucio Dalla di Bologna, è promossa dalla città di Sorrento in collaborazione con la Fondazione Sorrento e la partecipazione degli altri Comuni della Costiera.

“Sorrento vuole tributare il suo omaggio più sincero ad un grandissimo artista che ha voluto legare il suo nome e le sue opere a questa terra – spiega il sindaco Massimo Coppola -. Venne insignito della cittadinanza onoraria proprio in virtù dell’amore viscerale per questi luoghi. La sua Caruso è un capolavoro che ha contribuito a promuovere, nel mondo, il nome di Sorrento”. Il sindaco non ha voluto anticipare pubblicamente che anche l’area interna al porto di Marina Piccola sarà dedicata a Lucio Dalla. Era qui, infatti, che attraccava con il suo yacht “Brilla&Billy”.

Tocca a Matteo Acampora, presidente di Nemesi, dare qualche informazione sul programma nel corso della presentazione moderata da Antonino Siniscalchi. Ci sarà, naturalmente, tanta musica: concerti, musicisti di strada e note in filodiffusione lungo il corso Italia. Ma anche tour in bici ed in canoa, tornei di calcio e basket, escursioni, conferenze, osservazioni astrali. E poi mostre e installazioni artistiche, presentazioni di libri e conferenze, eventi solidali, tra cui una lotteria benefica per enti del territorio. Infine, tutti i lunedì, appuntamento al cinema, ed ogni domenica a teatro. E tanti ospiti tra i quali Ron e Marino Bartoletti, Andrea Scanzi e Murubutu ed il “paesologo” Franco Arminio.

Nel frattempo Jorit ha iniziato il suo lavoro. Ieri ha scritto sulla parete dove sorgerà il murales le parole de “Se io fossi un angelo”.

Ulteriori informazioni e il calendario completo degli appuntamenti sono disponibili all’indirizzo www.icoloridilucio.it

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play