Capri Watch fashion & Accessories

Imposta di soggiorno, a Sorrento controlli serrati

imposta-di soggiorno

SORRENTO. La Giunta municipale di Sorrento, nella seduta di oggi, ha deliberato di dare mandato al dirigente dell’ufficio Tributi, Donato Sarno, di indire una procedura di gara per la scelta di un soggetto terzo cui affidare, per la durata di anni tre e sino al 2019 incluso, il supporto operativo relativamente all’imposta di soggiorno nella gestione ordinaria, nella riscossione dei pagamenti volontari, nonché nell’attività di recupero dell’evasione e dell’elusione, tramite, soprattutto, incroci di banche dati, verifiche informatiche ed ispezioni sul territorio.

“Abbiamo ritenuto opportuno, visti i positivi risultati conseguiti sperimentalmente, e il numero in continua ascesa delle attività ricettive presenti sul territorio di Sorrento anche per il 2016, prevedere un affidamento pluriennale ad un soggetto terzo – spiega il sindaco Giuseppe Cuomo -. Solo nel periodo compreso tra aprile ed ottobre del 2015, sono state accertate circa 100 nuove strutture ricettive non censite, assicurando a regime una maggiore riscossione tributaria quantificabile presuntivamente in oltre 100mila euro”.

L’imposta di soggiorno garantisce al Comune di Sorrento entrate consistenti. Nel 2016 è stata superata la quota di 2milioni e 500mila euro, anche grazie alla stretta sugli evasori cui ha accennato il primo cittadino.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play