Capri Watch fashion & Accessories

Disagi per gli alunni della scuola dei Colli di Fontanelle, protesta dei genitori – foto –

esterni-scuola-colli

Domani niente scuola per i bambini che frequentano la primaria del plesso dei Colli di Fontanelle, a Sant’Agnello. Lo hanno deciso i genitori dei piccoli alunni per manifestare il loro disappunto contro lo stato in cui versa la struttura. “Non vogliamo parlare di degrado – spiega il rappresentante d’istituto Angelo Veniero a Il Mattino – ma di sicuro sono troppi i disagi che devono affrontare i nostri bambini, a partire dal freddo nelle classi a causa dei furti di gasolio che alimenta la caldaia”.

serbatoio-gasolio-scuola-colli

Negli ultimi mesi ci sono stati diversi raid da parte di ladri che hanno sottratto il combustibile dal serbatoio dell’impianto di riscaldamento con i bambini rimasti al freddo per alcuni giorni, ossia fino a quando non sono stati effettuati nuovi rifornimenti. Una situazione resa ancora più complicata dal protocollo Covid per le scuole che prevede il ricambio di aria costante nelle aule.

“L’edificio – aggiunge Veniero – si trova in una zona collinare esposta al vento, per cui senza riscaldamento e con le finestre aperte – senza dimenticare gli spifferi che entrano da infissi deteriorati – i nostri figli sono continuamente influenzati. Abbiamo chiesto all’amministrazione di dotare il plesso di aria meccanizzata già all’inizio dell’anno scolastico, ma finora nulla”.

Ma ci sono anche altri problemi da affrontare per i circa 80 studenti della scuola elementare. Il cortile esterno è facilmente accessibile e di notte diventa luogo appartato per coppiette in cerca di intimità, ma anche per gruppi di giovani che consumano alcol a fiumi. Lo confermano i preservativi usati e le bottiglie di birra rinvenuti nell’area che circonda la struttura scolastica. “Anche per evitare tutto ciò – conclude il rappresentante dei genitori – abbiamo chiesto l’attivazione di un impianto di videosorveglianza e di installare un cancello più robusto rispetto a quello esistente che si chiude con un semplice catenaccio e consente anche ai ladri di forzarlo senza problemi”.

preservativo-scuola-colli

Non va meglio al vicino plesso che ospita la scuola dell’infanzia, frequentato da una quarantina di bambini, dove sono dovuti intervenire i genitori per rimuovere dei calcinacci pericolanti che rischiavano di ferire i piccoli in caso di crollo. Discorso analogo riguarda anche la palestra.

Una serie di problematiche che l’amministrazione guidata dal sindaco Piergiorgio Sagristani si dice pronta a risolvere. “Per quanto riguarda i furti di gasolio – spiega sempre al nostro direttore per Il Mattino l’assessore alla Pubblica istruzione Attilio Massa – in un primo momento abbiamo pensato ad un consumo anomalo o ad una perdita dal serbatoio, che abbiamo anche sostituito. Quando dalla scuola ci hanno segnalato che il cancello e lo stesso deposito di combustibile erano stati forzati abbiamo sporto denuncia ai carabinieri”.

Negli ultimi mesi sono spariti circa 10mila litri di gasolio. “Per evitare ulteriori furti – chiarisce Massa – poiché l’ultimo si è verificato a fine marzo ed il 1° aprile avremmo comunque spento la caldaia come da regolamento, abbiamo deciso di fare rifornimento direttamente il prossimo anno”.

pensilina-scuola-colli

Nel frattempo si punterà a risolvere anche gli altri problemi. «Durante le vacanze estive – l’impegno dell’assessore – installeremo l’aria condizionata, intervento per il quale è necessario un lasso di tempo di circa 30-40 giorni e non si poteva fare ad anno scolastico in corso. Intanto con il neo comandante della polizia municipale siamo al lavoro per un nuovo impianto di videosorveglianza comunale e, quindi, anche per il plesso dei Colli di Fontanelle”. Per ora rimane comunque confermata la protesta dei genitori.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play