Circumvesuviana ancora nel caos tra ritardi e cancellazioni

caos-circum

Pendolari e turisti costretti ad attendere sulle banchine delle stazioni treni che, se ci sono, viaggiano con ritardi tra i 20 ed i 45 minuti. E non sono cominciate ancora le scuole che porteranno, loro malgrado, anche migliaia di studenti a servirsi dei treni Eav per gli spostamenti.

Gli ultimi due giorni sono emblematici del caos che si vive. Ieri mattina, ad esempio, i treni della linea Napoli-Sorrento partiti dal capoluogo alle 6:18 ed alle 6:48 sono arrivati a destinazione viaggiando per l’intero tragitto con 20 minuti di ritardo.

L’azienda ha fatto sapere che i disservizi si sono verificati “a causa di problemi tecnici sulla tratta Torre del Greco-Leopardi”. E così sono stati cancellati i convogli previsti alle 12 e alle 12:48 da Sorrento e Napoli e quello delle 11:16 da Poggiomarino a Napoli. Poco prima è toccato alle corse delle 10:42 da Napoli a Sorrento, mentre i treni delle 9:54 da Napoli a Sorrento e della 9:47 da Napoli a Poggiomarino hanno effettuato servizio fino a Torre del Greco.

Caos proseguito anche nel pomeriggio. L’Eav ha fatto sapere di “problematiche tecniche sugli impianti di passaggio a livello” nella tratta Poggiomarino-Scafati, e pertanto “sulle linee Napoli-Poggiomarino e Napoli-Sorrento e viceversa i treni viaggiano con circa 30 minuti di ritardo”. Insomma, una giornata estremamente complicata, che ha fatto seguito a quella del giorno precedente.

Non sono stati risparmiati neanche i convogli del Campania Express, il treno pensato per i turisti, i cui biglietti costano ben 15 euro. Ieri molti pendolari hanno scelto di utilizzarlo, spendendo molto di più rispetto al ticket normale pur di tornare presto a casa, ma anche così non hanno evitato i ritardi.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play