Capri Watch fashion & Accessories

Blackout nel centro storico di Sorrento, petizione per chiedere i danni

blackout-centro-storico-sorrento

Energia elettrica che va e che viene. Blackout continui della durata di 15-20 minuti, con il rischio di danneggiare irrimediabilmente elettrodomestici ed apparecchiature elettroniche. Ma anche intere serate al buio. È l’ennesimo allarme che arriva dai commercianti e dagli esercenti di una parte del centro storico di Sorrento dopo quello già lanciato alcune settimane fa. In particolare i problemi si registrano intorno all’area conosciuta come “Lo Schizzariello” per la presenza dell’omonima fontana. Ma è quasi tutta via San Cesareo ad essere interessata dalle improvvise interruzioni di corrente ed anche una porzione del corso Italia.

Problemi che, come detto, si verificano da alcune settimane, ma che negli ultimi tempi si ripropongono con cadenza quasi quotidiana. Energia elettrica che salta per un quarto d’ora e poi ritorna per andare via di nuovo. Tutto ciò mentre i vicoletti sono gremiti di turisti. Per fortuna almeno la pubblica illuminazione continua a rischiarare via San Cesareo e dintorni. Ma nei negozi e nei locali è buio pesto ed è impossibile lavorare, tanto che i turisti disertano i negozi ed i clienti di bar e ristoranti, dopo aver pazientato un po’, si alzano dai tavolini e vanno via.

L’ultimo blackout risale a sabato scorso ed è durato dalle 20:30 fin quasi alla mezzanotte. È stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso visto che dopo questo episodio gli esercenti hanno avviato una raccolta di firme. “Visto il ripetersi di tali accadimenti – si legge nella petizione indirizzata ad Enel distribuzione – si richiede il risarcimento dei danni subiti”.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play