Capri Watch fashion & Accessories

Abusi edilizi in penisola sorrentina, 13 denunciati

abusivismo

Negli ultimi giorni i carabinieri della compagnia di Sorrento, coordinati dal capitano Marco La Rovere, sono stati impegnati in un’ampia attività di repressione del fenomeno cosiddetto di “mattone selvaggio”. Operazione che ha portato alla denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata di 13 persone in tutta l’area della penisola sorrentina. I soggetti in questione dovranno rispondere di illecita realizzazione di opere edili senza permesso a costruire e ricadenti in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico

Nel dettaglio si tratta di una 37enne di Sorrento e un 31enne di Vico Equense, per aggiustamenti nella loro abitazione; di un 57enne e un 62enne di Massa Lubrense che hanno edificato un capannone abusivo di circa 400 metri quadri abdibito a deposito di materiali edilizi in vendita; di un 72enne e una 63enne di Massa Lubrense per aver eseguito uno sbancamento di terreno di circa 300 metri quadrati; di un 58enne di Massa Lubrense ed un 61enne di Portici, per aver adibito a Piano di Sorrento una privata abitazione a studio tecnico, in difformità al permesso a costruire, ossia senza aver cambiato la destinazione d’uso; di un 40enne di Meta, una 71enne di Piano di Sorrento (proprietari e committenti dei lavori), un 52enne di Sant’Agnello ed un 52enne di Vico Equense (operai), per aver realizzato in un b&b in costruzione una pavimentazione in pietra e cemento di circa 150 metri quadri; di una 61enne di Piano di Sorrento che ha modificato i prospetti esterni della propria abitazione senza autorizzazione.

Tutte le opere realizzate in assenza di autorizzazioni sono state sottoposte a sequestro.

Scarica l’app SorrentoPress per rimanere sempre aggiornato
Download on app storeDisponibile su Google Play