Capri Watch fashion & Accessories

Stagionali del turismo senza tutele, manifestazione a Roma

protesta-lavoratori-turismo-sorrento

I lavoratori stagionali del turismo dimenticati da Regione Campania e Governo. Migliaia di persone che non godono di nessuna tutela da parte dello Stato e che con la crisi del settore legata all’emergenza Covid devono affrontare pesanti difficoltà economiche. “Non era scontato – si legge in una nota diffusa dalla Flaica Cub della Campania – ma era una opzione quella di far finta di accontentare i lavoratori stagionali, di fare finta che la loro richiesta fosse sentita per tentare di smorzare il dilagante malcontento generale di una classe lavoratrice per il trattamento vergognoso che sta ricevendo in questi ultimi mesi, con i lavoratori stagionali passati dall’essere invisibili a inesistenti”.

Secondo il sindacato gli operatori del turismo hanno ricevuto promesse e garanzie, impegni poi puntualmente disattesi dalle istituzioni. Sul banco degli imputati finisce in primis l’assessore regionale al Turismo della Campania, Corrado Matera che, come ricostruisce la Flaica “il 23 giugno, davanti ai rappresentanti dei diversi territori a vocazione turistica della regione ed alle categorie di lavoratori di tutti i settori del turismo, si era impegnato a sostenere fattivamente la loro richiesta di un nuovo tipo di ammortizzatore sociale che venisse incontro a tutte le esigenze odierne di chi opera nel comparto”.

Per raggiungere l’obiettivo Matera avrebbe dovuto interpellare gli altri assessori regionali per intavolare un tavolo tecnico che lavorasse su questa proposta di nuovo ammortizzatore sociale. Ma, si legge ancora nella nota, «nessun tavolo è stato fissato, nessun lavoro congiunto è stato predisposto, i lavoratori del settore, soli erano e soli sono rimasti». Per questo gli addetti hanno organizzato una manifestazione di protesta in programma domani a Roma in piazza Montecitorio da replicare il 18 luglio in piazza Tasso a Sorrento.