Spaccio, 21enne incensurato di Meta arrestato con quasi un chilo di marijuana

Marijuana

Aveva 50 grammi di marijuana negli slip, mentre altri 800 grammi sono stati trovati in una busta di plastica nella sua camera da letto. Per questo per un 21enne incensurato di Meta è scattato l’arresto, con processo per direttissima e condanna a due anni di reclusione (pena sospesa). Il ragazzo si trovava in sella allo scooter guidato da un suo amico in via Serio, a Vico Equense, quando i carabinieri li hanno fermati. I militari hanno avvertito l’inconfondibile odore della marijuana, tanto da portare il 21enne a consegnare il pacchetto di droga che nascondeva negli slip.

Poi la perquisizione domiciliare nella casa di Meta del giovane dove, su un tavolino in camera da letto, è stata rinvenuta una busta contenente ben 800 grammi di marijuana oltre ad un bilancino di precisione e tutto il materiale necessario per confezionare la droga. Processato davanti al Tribunale di Torre Annunziata, il ragazzo è stato condannato a due anni di carcere per spaccio di sostanze stupefacenti con la sospensione della pena, mentre nessun provvedimento è stato preso per il suo amico alla guida dello scooter.

Ora gli inquirenti sono impegnati nel ricostruire la rete dello spaccio. Ci si chiede, infatti, come sia possibile che un 21enne incensurato riesca a procurarsi quasi un chilo di marijuana da smistare in giro per la penisola sorrentina? Si pensa che i giovanissimi pusher che distribuiscono la droga agli ancor più giovani clienti, rappresentino solo l’ultimo anello di un’organizzazione radicata sull’intero territorio tra Vico Equense e Massa Lubrense, capace di far affluire droga in grandi quantità direttamente dalle piazze di spaccio di Napoli e dintorni.