Sorrento ricorda Lucio Dalla

cover-dalla-tour

SORRENTO. Come negli anni precedenti, anche nel quarto anniversario della scomparsa, lunedì 29 febbraio 2016, l’amministrazione comunale di Sorrento renderà omaggio a Lucio Dalla. Il sindaco, Giuseppe Cuomo, il quale propose, da consigliere comunale, nel 1997, la concessione della cittadinanza onoraria, ha voluto rinnovare, in tal modo, l’imperitura gratitudine dei sorrentini verso il grande artista bolognese, il quale ha mantenuto, per quasi cinquant’anni, il suo legame interiore, nato nel 1964, con Sorrento, da lui definita “l’angolo vero della mia anima”, portando, con la sua canzone-capolavoro, “Caruso”, il nome di Sorrento in ogni angolo del globo. Oltre alla cittadinanza onoraria, nel 1997, a Dalla sono stati conferiti, nel 2003, il Premio “Enrico Caruso” e, nel 2006, il Premio “Sorrento nel Mondo”.

Alle ore 11, presso il Palazzo Municipale, per illustrare la giornata celebrativa, terranno una conferenza stampa il sindaco Cuomo, l’assessore agli Eventi, Mario Gargiulo, e lo scrittore sorrentino, Raffaele Lauro, autore del romanzo biografico, “Caruso The Song – Lucio Dalla e Sorrento”, del romanzo “Lucio Dalla e San Martino Valle Caudina – Negli occhi e nel cuore”, e del docufilm, “Lucio Dalla e Sorrento – I Luoghi dell’Anima”. Alle 17, nella Sala Consiliare, sarà presentato, in anteprima nazionale, da autorevoli giornalisti della carta stampata e radiotelevisivi, il quaderno di viaggio di Raffaele Lauro, “Lucio Dalla e Sorrento Tour – Le tappe, le immagini e le testimonianze”, edito da GoldenGate Edizioni, con una speciale prefazione di Giuseppe Cuomo, che illustra le 21 tappe del Tour, con le immagini e le testimoniante raccolte, ben 82, tutte totalmente inedite.

Si tratta di un prezioso e irripetibile documento di memorie e di analisi, incentrato sul binomio Dalla-Sorrento, ormai indissolubile, di politici, diplomatici, prefetti, sindaci (di Sorrento, di Manfredonia, di Barletta, di Matera, di San Martino Valle Caudina, di Pompei e di Presenzano), assessori, consiglieri comunali, consiglieri regionali, musicisti, discografici, creativi, giornalisti, dj, critici letterari, critici cinematografici, medici, avvocati, procuratori, scrittori, dirigenti scolastici, docenti, studenti, marinai, pescatori, albergatori, ristoratori e di tanti amici del cantautore. Tra cui, quelle di assoluto rilievo, del suo medico personale, il professor Nicola D’Imperio, primario di gastroenterologia a Bologna; del suo collega de “I Flippers” e fotografo personale, il musicista Romolo Forlai; del suo confessore, il padre domenicano bolognese, don Giovanni Bertuzzi, e del direttore creativo della Rca, Francesco Logoluso.

Porteranno il saluto di Sorrento e introdurranno il dibattito, il sindaco Cuomo e l’assessore alla Cultura, Maria Teresa De Angelis. Modererà Antonino Pane (Il Mattino). Relazioneranno Antonino Siniscalchi (Il Mattino), Rocco Traisci (Metropolis Napoli), Antonio Manzo (Il Mattino) ed Ermanno Corsi (Rai). Concluderà Massimo Milone, direttore di Rai Vaticano.

Seguirà, alle 18:30, presso il Teatro Tasso, il concerto, per beneficenza, della band musicale maceratese, “The Sputos”, diretta dal maestro Giuliano Cardella, alla chitarra, con Maurizio Moscatelli ai fiati, Paolo Della Mora al basso, Michele Lelli alla batteria, Alberto Lucerna alle tastiere e Paolo Moscatelli al violino, con la voce di Marco Virgili. In programma, per due ore, le più belle canzoni di Dalla. Gli introiti della serata saranno devoluti interamente alla Caritas diocesana. È stata preannunziata anche l’ambita partecipazione dell’Arcivescovo di Sorrento-Castellammare di Stabia, monsignor Francesco Alfano.