Capri Watch fashion & Accessories

Sorrento. Lite per una ragazza: 18enne colpito con il casco, denunciato 17enne

piazza-lauro-coronavirus-1

Uno sguardo di troppo, una parola fuori posto ed un ragazzo finisce all’ospedale con numerose fratture al volto ed un altro viene denunciato alla Procura di Torre Annunziata. Ancora una volta piazza Angelina Lauro, la zona più amata e frequentata per la movida dai giovani di Sorrento e della sua Costiera, diventa teatro di un fatto di cronaca.

Protagonisti due ragazzi della penisola, uno appena maggiorenne e l’altro di soli 17 anni. Durante la notte tra sabato e domenica scorsi, come tanti altri loro coetanei, fanno la spola tra i tavolini dei bar e dei locali ed i giardinetti che si trovano spostandosi verso via Correale, zona alberata che garantisce un po’ più di privacy dove magari appartarsi per delle effusioni o scambiare qualche parola al riparo da orecchi indiscreti.

Una serata all’insegna della spensieratezza a pochi giorni dalla riapertura delle scuole che si conclude con le sirene di un’ambulanza che trasporta il ferito in ospedale e la zona presidiata dalle forze dell’ordine. Ad accendere gli animi una ragazza contesa. Tra i due giovanissimi volano prima parole grosse ed insulti, poi si arriva allo scontro fisico. In realtà la zuffa dura ben poco visto che il più giovane dei due contendenti sferra un colpo con il suo casco in pieno viso all’altro mettendolo fuori combattimento.

Ad avere la peggio un ragazzo di 18 anni di Piano di Sorrento. Trasportato al pronto soccorso del Santa Maria della Misericordia di Sorrento, dopo le prime cure e gli esami del caso viene trasferito a secondo Policlinico di Napoli a causa delle fratture multiple riportate ad entrambe le mascelle. I sanitari del presidio partenopeo ritengono che dovrà sottoporsi almeno ad un intervento chirurgico per ricostruire la struttura ossea del volto seriamente danneggiata. Nel frattempo si riservano la prognosi.

Intanto i carabinieri della compagnia di Sorrento, coordinati dal capitano Ivan Iannucci e guidati dal tenente Michele Scarati, procedono ad identificare l’aggressore. Si tratta di un diciassettenne residente a Vico Equense. Per lui scatta così la denuncia a piede libero per lesioni aggravate.

Quanto accaduto durante l’ultimo fine settimana ha creato un’ondata di indignazione in tutta la penisola sorrentina. Sono tanti i genitori che, attraverso i vari gruppi presenti sui social, chiedono un maggiore presidio delle zone della movida considerate più a rischio da parte delle forze dell’ordine ed anche l’implementazione degli impianti per la videosorveglianza che possano fare da deterrente rispetto ad episodi di microcriminalità.

E la questione sicurezza non poteva non essere al centro anche della campagna elettorale, visto che a Sorrento tra pochi giorni si vota per il rinnovo del Consiglio comunale. Tutti gli schieramenti in campo propongono la loro ricetta per garantire più tranquillità ed una maggiore vivibilità della città anche a beneficio dei tanti turisti che frequentano la Costiera.