Sirena d’Oro, evento per battere la crisi del settore oleario

I Valori del Territorio

SORRENTO. Su proposta del vice sindaco, Giuseppe Stinga, la Giunta ha approvato l’atto di indirizzo per la realizzazione dell’edizione 2015 del Sirena d’Oro di Sorrento. “Malgrado l’annata nera, abbiamo deciso di rilanciare l’evento, in aiuto al settore oleario – spiega Stinga -. Per motivi legati al meteo e, conseguentemente, allo sviluppo anomalo di parassiti dell’olivo, la produzione nazionale 2014-2015 ha fatto registrare un’evidente criticità nelle quantità e, in molte Regioni, anche nella qualità di olio extravergine di oliva. Il risultato è che le produzioni Dop e Igp risultano inferiori in numero e quantità”.

sirena-doro1

Il Sirena d’Oro, sottolinea il vice sindaco, ha fatto registrare negli anni un crescente riscontro di critica e di pubblico.
“L’obiettivo è di dotarlo di ulteriori proposte e iniziative – aggiunge il numero due della Giunta – con attività di divulgazione della cultura e della storia locale, delle tradizioni agronomiche e gastronomiche, nonché di conoscenza delle produzioni tipiche e di qualità”.

All’interno del Sirena d’Oro saranno promossi la XIII edizione del “Premio nazionale Sirena d’Oro per l’olio Dop e Igp”, che si terrà tra fine marzo e inizio aprile, con il coinvolgimento di produttori provenienti da tutta l’Italia, esperti del settore, stampa e consumatori e la V edizione della manifestazione “I Valori del Territorio”, una “passeggiata animata” tra botteghe e taverne del centro storico di Sorrento, alla riscoperta di sapori e i luoghi della tradizione e dei prodotti tipici.