Schiuma e scarichi abusivi a Massa e Meta: arrivano i tecnici dell’Arpac

schiuma-marrone

MASSA LUBRENSE/META. Ieri, tra Nerano e Massa Lubrense, è comparsa in mare una gigantesca chiazza di schiuma marrone. Un immagine orribile se si considera che quella zona, che rientra all’interno del Parco marino di Punta Campanella, è famosa per la “Bandiera Blu” rilasciata dalla Fee. Un’area che dovrebbe rappresentare un’oasi naturale.

L’immagine choc della schiuma maleodorante è stata subito inviata dal Wwf penisola sorrentina all’ufficio della Capitaneria di porto di Castellammare. Tutto ciò mentre a Meta, dopo svernamenti in mare degli ultimi giorni, stamane sono attesi i tecnici dell’Arpac, che avranno il compito di verificare il tasso di inquinamento delle acque e la presenza di eventuali scarichi fuorilegge.

Anche se l’estate è ormai agli sgoccioli, pare che quest’anno non ci sia pace per il mare della costiera sorrentina.