Riparato il climatizzatore della sala operatoria dell’ospedale di Sorrento

Sorrento_ospedale

SORRENTO. I tecnici dell’Asl Napoli 3-Sud hanno provveduto a sostituire l’attivatore della batteria caldo dell’unità di termoregolazione ambientale, cioè del sistema che gestisce la temperatura e l’umidità nella sala operatoria dell’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Sorrento. Intervento che ha scongiurato il temuto blocco degli interventi chirurgici. Negli ultimi mesi, infatti, i repentini sbalzi di temperatura hanno provocato disagi a medici e infermieri e rischi per i pazienti, soprattutto per quelli più anziani e sottoposti a interventi chirurgici più lunghi.

L’intervento ha restituito agli ambienti la temperatura ottimale compresa tra i 22 ed i 24 gradi, consentendo ai medici di eseguire gli interventi in condizioni accettabili. Ora, però, si rende necessaria la completa sostituzione dell’impianto che regola temperatura e umidità nella sala operatoria, per la quale è prevista una spesa di circa 230mila euro. La nuova apparecchiatura dovrà anche consentire di eliminare i flussi incontrollati di aria fredda e la rumorosità degli impianti.

Sulla vicenda era intervenuto anche il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, il quale, nell’annunciare che avrebbe portato la questione all’attenzione della Commissione Sanità, aveva detto che “è incomprensibile come nell’ospedale Santa Maria della Misericordia, non si sia ancora riusciti a risolvere il problema del condizionamento dell’aria costringendo gli operatori sanitari ad operare in sale chirurgiche ghiacciate”.