Ricettazione di orologi griffati Capri Watch, in due a giudizio

capri-watch-natale5

A giudizio per ricettazione di orologi griffati Capri Watch. Sono due gli imputati che dovranno presentarsi dinanzi al giudice Matilde Boccia del Tribunale di Napoli nord, ad Aversa. La citazione diretta a giudizio è stata disposta dopo l’indagine avviata dai carabinieri di Capri che avevano raccolto la denuncia dell’imprenditore Silvio Staiano, creatore del brand noto in tutto il mondo e che campeggia, tra gli altri, nell’esclusivo store di via Camerelle. Staiano ha dichiarato di aver subito nel corso di varie spedizioni di orologi inviate presso gioiellerie di molti Paesi del mondo, furti di centinaia di orologi, per un valore complessivo di oltre 40mila euro. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, ignoti sottraevano dai pacchi imballati, alcuni orologi per poi richiudere gli imballaggi senza lasciare tracce.

I furti vennero scoperti poiché i destinatari segnalavano alla casa madre la mancanza di parte della merce ordinata. I militari dell’Arma della stazione di Capri attraverso una serie di indagini e riscontri scoprirono che nella vetrina di una gioielleria di Frattamaggiore, di proprietà di un 49enne, M.L., si trovavano esposti due Capri Watch. Un carabiniere, fingendosi cliente, aveva chiesto di acquistarne uno scoprendo che l’orologio era privo dell’elegante contenitore e senza la necessaria garanzia. Da qui la denuncia al gioiellerie per ricettazione che ha confessato che gli orologi gli erano stati forniti da un amico, G.P., 42enne residente a Cardito. L’udienza si terrà il 26.