Capri Watch, fashion accessories

Passeggeri Eav a piedi sui binari, infuriano le polemiche

passeggeri-binari-circum

Dopo l’ennesimo disservizio dell’Eav montano le polemiche. Ieri il nuovo guasto subito da un treno ha costretto i passeggeri a percorrere a piedi un tratto della strada ferrata fino alla stazione di piazza Garibaldi. Ed oggi sulla vicenda interviene il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il quale afferma che gli utenti dovrebbero imbracciare i mitra per i disagi subiti. Dichiarazioni che innescano ulteriori polemiche. In merito registriamo anche presa di posizione dell’Abbac Penisola Sorrentina con la lettera aperta al governatore della Campania che pubblichiamo di seguito:

No caro Presidente De Luca non vogliamo alcun mitra… Vogliamo da oltre un anno che lei affronti finalmente con metodo il dramma del trasporto e dell’accessibilità in penisola sorrentina.

“I passeggeri della Circum dovevano prendere il mitra per i disagi subiti. Quando ho visto le immagini di quello che è accaduto ieri alla Circumvesuviana mi è venuto il sangue agli occhi”. Queste le dichiarazioni di qualche ora fa del presidente De Luca.

Presidente non vogliamo alcun mitra.

Ci chiediamo invece perché lei da oltre un anno ignora la richiesta di affrontare con metodo il disastro dell’accessibilità e del trasporto in penisola sorrentina convocando un tavolo permanente con la Regione, il Governo, i 6 sindaci dei comuni della Penisola Sorrentina.
Occorre, con le competenze giuste e con le risorse europee dedicate, affrontare senza indugi un problema complicatissimo che richiede azioni di breve, medio e lungo periodo.
Non basta sicuramente promettere qualche treno sostitutivo in più o una decina di 10 bus aggiuntivi, per questa situazione.
Si tratta di individuare, valutare e realizzare un sistema di trasporto che superi con strategie e scelte precise l’attuale sistema ferroviario oramai in default totale.
Il turismo in Penisola sta subendo gravissimi danni per il problema trasporti e ciò significa che l’intero territorio subisce conseguenze drammatiche.

Lasci stare i mitra.
Anche noi, come lei, siamo con il sangue agli occhi per tale situazione.
Perché la subiamo.
Ma possiamo fare poco mentre Lei potrebbe e dovrebbe senza indugiare convocare il tavolo permanente, evitando di ripetere l’imbarazzante episodio di qualche mese fa quando, su nostra pressione,convocò i 6 sindaci per cominciare ad affrontare la questione e poi trasformò l’ordine del giorno trattando i problemi della sanità e dei rifiuti.
Nessun mitra ma l’avvio di un sistema metodologico per affrontare la priorità dei trasporti

Sergio Fedele
Abbac Penisola Sorrentina