Oltre 500 kg di amianto scoperti per caso in un sentiero di Marciano

amianto-marciano

MASSA LUBRENSE. Oltre 500 chili di amianto nascosti in un casolare abbandonato. Li hanno scoperti alcuni ragazzi mentre passeggiavano in un sentiero di Marciano.

 

I giovani stavano curiosando all’interno di un’antica proprietà della parrocchia di Sant’Andrea Apostolo quando tra ferri vecchi e mobili rotti hanno scoperto una decina di lastre in amianto del peso di circa 500 chilogrammi. All’esterno anche due vecchi serbatoi, sempre in amianto, colmi di acqua, ma anche rifiuti velenosi e liquami non ancora identificati.

Dopo la scoperta è stato subito informato Attilio Gargiulo, componente del Nucleo della Protezione civile del comune di Massa Lubrense che ha allertato il presidente della sezione sorrentina del Wwf, Claudio D’Esposito.

Dopo un sopralluogo nella zona è scattata la denuncia alle autorità cittadine, ai comandi dei vigili urbani e dei carabinieri di Massa Lubrense, ed all’ASL-NA3Sud – U.O.P.C per chiedere l’adozione di un provvedimento per la messa in sicurezza della zona ed il conseguente allontanamento del pericoloso materiale nocivo per la salute umana.

RIPRODUZIONE RISERVATA