Niente più legionella, può riaprire il b&b delle suore di Sant’Agnello

bed-and-breakfast-domus-san-vincenzo-pallotti-sant-agnello

SANT’AGNELLO. Il sindaco Piergiorgio Sagristani revoca l’ordinanza che dallo scorso 22 dicembre imponeva la chiusura della casa di accoglienza religiosa Domus San Vincenzo Pallotti. Nella struttura turistica di Sant’Agnello a fine anno, dopo la segnalazione di un turista olandese, era stato isolato il batterio della legionella, responsabile di una pericolosa infezione che colpisce l’apparato respiratorio.

I successivi controlli effettuati dall’Arpac evidenziarono in sei degli otto campioni prelevati presso l’attività una “concentrazione elevatissima” di Legionella pneumophila, presumibilmente diffusosi attraverso la rete idrica. Tenendo conto di tali riscontri l’Asl Napoli 3-Sud ha poi chiesto ed ottenuto l’emanazione del provvedimento da parte del sindaco Sagristani.

Ora, l’Arpac e l’Asl Napoli 3-Sud hanno accertato che dopo la bonifica disposta dalle suore dell’apostolato cattolico, proprietarie del bed and breakfast, il batterio è scomparso e la struttura può nuovamente aprire agli ospiti. Sulla base di tali rilievi, quindi, il primo cittadino di Sant’Agnello ha potuto revocare il precedente provvedimento e consentire la riapertura della casa di accoglienza religiosa.