Capri Watch, fashion accessories

Nel 2019 Gori investirà 1,8milioni per la rete fognaria della penisola sorrentina

gori-sindaci-penisola-sorrentina

Stamattina, presso il Municipio di Meta, il presidente di Gori, Michele Di Natale e l’amministratore delegato, Giovanni Paolo Marati, hanno presentato ai sindaci dei comuni di Vico Equense, Meta, Piano di Sorrento, Sant’Agnello, Sorrento e Massa Lubrense gli interventi pianificati dall’azienda per il 2019, relativi al miglioramento del sistema fognario. Un confronto costruttivo, nel corso del quale sono stati illustrati i progetti per i quali Gori investirà nel 2019 oltre 1 milione e 800mila euro.

Gli obiettivi sono l’ottimizzazione delle infrastrutture fognarie e, quindi, l’ulteriore miglioramento della qualità delle acque marine in penisola sorrentina. Previsti interventi a Vico Equense in via Murrano e via Lavinola, a Piano di Sorrento in via Nastro Azzurro, a Sant’Agnello in via Zancani, a Sorrento in via Cesarano, via Rota e via Li Schisani, ed a Meta in via Rivolo e Alimuri. Presentati inoltre i progetti da finanziare inerenti Massa Lubrense (Marina del Cantone, via Costanzo, via Sant’Anna, via La Cava, Rione Sant’Anna, rione Li Padri e rione Spina Torvillo), Meta (via Casa Lauro, via Rivolo e località Alimuri), Piano di Sorrento (via Ripa di Cassano), e Vico Equense (via Murrano e condotta sottomarina di Punta Gradelle). Ulteriori 380mila euro saranno investiti da Gori, in sinergia con i comuni, per l’attività di separazione delle acque bianche dalle acque nere ed interesseranno i comuni di Sant’Agnello (corso Italia) e Sorrento (traverse di via Rota).

“Un incontro – spiega il presidente di Gori, Michele Di Natale – che ha avuto lo scopo di presentare tutte le soluzioni tecniche predisposte da Gori per affrontare le diverse problematiche del sistema fognario, con delle proposte risolutive, che richiedono progettualità e finanziamenti. Per questo secondo aspetto, più delicato e concreto, abbiamo elencato una serie di opere che possono essere finanziate con le tariffe e con investimenti diretti di Gori e realizzate anche in tempi brevi. Per altri interventi, invece, che richiedono impegni economici maggiori e non di diretta competenza di Gori, c’è bisogno di individuare finanziamenti esterni alla tariffa. Ci auguriamo che anche attraverso l’impegno dei sindaci si possano trovare le risorse necessarie”.

“Oggi – aggiunge l’amministratore delegato, Giovanni Paolo Marati – abbiamo voluto stringere un patto con i sindaci della penisola sorrentina. Un patto del fare. Sono stati presentati tutti gli interventi, con i relativi tempi di esecuzione, di competenza del servizio idrico integrato tesi a migliorare il deflusso delle acque reflue verso gli impianti di depurazione e per alleggerire il più possibile lo scarico di ‘troppo pieno’ verso il mare”.