Meno raid vandalici e furti sui treni e nelle stazioni Eav

circum-vigilantes

“Ottimi risultati nella guerra contro vandali e delinquenti sui treni della Circum”. È quanto fa sapere l’Eav attraverso una nota. I dati forniti dall’azienda consentono di fare un raffronto tra il primo semestre 2018 e lo stesso periodo dell’anno precedente Nei 12 mesi si registra un calo del 31% degli eventi criminosi ed un aumento del 79% di fermi ed arresti.

“Il numero totale degli eventi è diminuito significativamente: 31 per cento in meno (541 casi rispetto ai 786 del 2017). Aumentato il numero dei fermi ed arresti: + 79 per cento, da 62 a 111” è il quadro che emerge.

Si rileva una sempre più forte interazione con le forze dell’ordine che si concretizza non solo nelle attività di prevenzione svolte a favore delle esigenze dell’Eav, ma anche in quella di ausilio alle indagini di polizia giudiziaria grazie alla messa a disposizione degli impianti di videosorveglianza aziendali. Da gennaio a luglio 2018, 221 sono state le richieste di immagini delle telecamere da parte delle forze dell’ordine.

“Raccontare tutto quello che accade, lavorare in sinergia con le forze dell’ordine, fare squadra con utenti e dipendenti. La strada è questa – fanno sapere dall’Eav -. È una guerra, molte battaglie le stiamo vincendo”.

Nel dettaglio ecco i dati forniti dall’azienda di trasporti:

I furti ai danni dell’azienda sono diminuiti del 22 per cento (da 18 a 14).
Le aggressioni al personale diminuiti del 44 per cento (da 109 a 61).
Gli atti vandalici diminuiti del 47 per cento (da 405 a 216).
Le aggressioni sono diminuite del 28 per cento (da 107 a 77).
I furti ai danni degli utenti sono diminuiti del 19 per cento (da 69 a 56).
I disagi sono aumentati del 50 per cento (da 78 a 117) (per disagi si intende presenza di tossicodipendenti, ubriachi, clochard).