A Massa Lubrense arrivano le nuove telecamere di sorveglianza

videosorveglianza 1

MASSA LUBRENSE. Un maggiore controllo del territorio per scoraggiare episodi di microcriminalità e spingere gli automobilisti ed i centauri a rispettare le norme del Codice della Strada. È l’obiettivo che si prefigge di ottenere l’amministrazione comunale grazie al nuovo impianto di videosorveglianza urbana in corso di installazione da ieri mattina in alcuni dei punti strategici della città. Il comandante della polizia municipale, Rosa Russo, ha emesso una determina che mette a disposizione le risorse necessarie, circa 83mila euro, dopodiché si è proceduto all’acquisto delle apparecchiature attraverso la Consip.

Il progetto prevede il posizionamento in totale di 11 telecamere, che saranno chiamate a sorvegliare le aree sensibili di Massa Lubrense. In particolare lungo via Partenope, all’ingresso del centro abitato, troverà posto un occhio elettronico intelligente, ossia uno di quei modelli in grado anche di rilevare e memorizzare il numero di targa dei veicoli in transito. Un apparecchio analogo sarà installato presso l’unica altra strada di accesso al territorio cittadino, al bivio tra via Nastro Azzurro e via Nastro Verde. Inoltre altre 9 videocamere saranno utilizzate per il monitoraggio dei punti nevralgici per la mobilità. Due verranno posizionate nei pressi del Municipio, una in piazza Marconi ed un’altra nelle vicinanze di Palazzo Vespoli. Ciò per quanto riguarda il centro cittadino. Le altre, invece, saranno collocate nella zona collinare di Sant’Agata sui due Golfi. Due videocamere sorveglieranno via Reola ed una l’incrocio che sorge alla sommità della stessa strada. Un altro apparecchio troverà posto all’intersezione tra via Nastro Azzurro ed il corso Sant’Agata, mentre l’ultimo sarà installato in piazza Sant’Agata.

Gli impianti trasmetteranno le immagini in tempo reale ai monitor della centrale operativa che si trova presso il comando della polizia municipale, dove saranno sistemati anche i server per le registrazioni che si cancelleranno automaticamente a distanza di un determinato numero di giorni. Tutto ciò attenendosi scrupolosamente a quanto stabilisce il Regolamento comunale che disciplina la videosorveglianza, già approvato dall’amministrazione guidata dal sindaco Leone Gargiulo.