Capri Watch fashion & Accessories

Lotta alla ludopatia, nuove norme più stringenti in Campania

Slot-machines-gioco-carta-credito1

Contenere i rischi del gioco patologico ed allo stesso tempo contrastare fenomeni come l’usura. Sono i due principali obiettivi della legge regionale che regolamenta il gioco d’azzardo in Campania nel tentativo di limitare le dipendenze – come sostiene la consigliera del Pd, Antonella Ciaramella, relatrice del provvedimento approvato ieri dal Consiglio – “senza danneggiare in maniera irreparabile imprese che, negli scorsi anni, nella piena legittimità, hanno investito risorse e creato posti di lavoro”.

La norma, che ha recepito le osservazioni del Governo sul testo precedente, era attesa da tempo dai rappresentanti di un settore che in Campania conta oltre 20mila addetti (di cui 16mila circa da lavoro diretto), e che però genera anche un carico per il Servizio sanitario di oltre 1.500 persone con disturbo da ludopatia, oltre all’altissimo rischio usura strettamente collegato.

La nuova legge, prendendo come parametro i limiti minimi previsti dall’accordo raggiunto in Conferenza Stato-Regioni nella distanza tra sale gioco e luoghi sensibili (scuole, ospedali, luoghi di culto), ha anche dato risposta alle polemiche e ai contenziosi che erano sorti sulla possibilità che i Comuni potessero, o meno, introdurre norme più stringenti.

È stato stabilito, infatti, che la distanza non possa mai essere inferiore a 250 metri per le nuove aperture. Per le sale già esistenti, che abbiano sede a una distanza inferiore ai 250 metri – e che siano però in linea con la normativa precedente – non è previsto uno spostamento, per non creare un danno ingiusto a quegli imprenditori che hanno messo in campo investimenti basandosi su una diversa legge.

Per queste sale vengono, però, introdotti limiti di orario e obblighi di adeguamento strutturale e di formazione del personale oltre che informativo. Per chi non li rispetta sono previste sanzioni che andranno ad alimentare un fondo dedicato alla prevenzione ed educazione sul gioco d’azzardo.