Lo chef Gennaro Amitrano ambasciatore della cucina di Capri

gennaro-amitrano-chef

Sarà Malta, l’isola al centro del Mediterraneo, la location che ospiterà in una tre giorni il meeting organizzato da Capri Med per la Sanofi Zentiva, l’azienda leader nel settore farmacologico che ha voluto esportare l’aria e le atmosfere di Capri ed il buon gourmet nell’isola di Malta che per la sua bellezza, la sua arte e la sua storia è considerata una meta turistica d’eccellenza, ma anche luogo che grazie alle sue strutture, è diventata, come l’isola azzurra, location per convegni internazionali.

Ed insieme alle atmosfere capresi Capri Med ha voluto esportare nell’isola-gemella, i sapori della cucina caprese glocal grazie alle creazioni gastronomiche dello chef Gennaro Amitrano che sarà leader incontrastato nel galà dinner che il 4 ottobre si terrà nella storica Sala Sacra Infermeria, in uno spazio di straordinaria bellezza e ricco di storia che una volta era adibito a reparto dei sacri infermieri dell’Ordine di San Giovanni. La sala oggi è una delle più grandi d’Europa e di straordinaria importanza architettonica, poiché la struttura risale al XVI Secolo.

E Gennaro Amitrano, lo chef originario di Massa Lubrense, lascerà per alcuni giorni il suo ristorante di Capri in via L’Abate per trasferirsi a Malta e deliziare i palati dei 300 partecipanti al meeting tra medici, scienziati, farmacologi e rappresentanti dei media specializzati e presenterà agli ospiti uno dei suoi piatti preparato ad hoc: un risotto con riso carnaroli, gamberi rossi e formaggio di Gozo, il tutto accompagnato con bruschette condite con l’Oro di Capri, l’olio tratto dagli alberi di olivo che crescono sul versante anacaprese dell’isola tra il Faro, Mesola e La Grotta Azzurra e viene coltivato dagli olivicoltori associati nell’Oro di Capri. Due unicità come unico è l’estro creativo di Gennaro Amitrano che vanta un curriculum di tutto rispetto che si apre con il nome di uno dei guru della gastronomia moderna come il francese Alain Ducasse.