Lite tassisti addetti al City Sightseeing alla stazione di Sorrento

city-sightseeing

SORRENTO. Urla, spintoni, bestemmie. E poi pianti e turisti spaventati. Non siamo nelle sterminate periferie delle metropoli, ma alla stazione della Circumvesuviana di Sorrento. I protagonisti? Un gruppetto di tassisti sorrentini e la ragazza addetta al City Sightseeing, il bus rosso che porta i turisti a spasso fino in costiera amalfitana. La giovane, secondo i tassisti, avrebbe indotto alcuni passeggeri a preferire il bus al taxi. Da qui un parapiglia poco edificante e soprattutto poco degno di Sorrento.

“Non ho fatto niente, continuava a ripetere la ragazza in lacrime e in preda ad una crisi di nervi, sono i turisti che hanno preferito salire sul bus”. “Con le valigie non potete prenderli – urlavano i tassisti usando toni poco adatti ad una città civile – siamo stufi di sopportare”. E tutto questo sotto gli occhi atterriti dei turisti. Alle 13,50 noi stessi abbiamo chiamato il comando dei vigili urbani per far arrivare qualcuno che riportasse la calma, ma per oltre mezz’ora non si è visto nessuno e sono continuate le urla e le lacrime. “Inutile aspettare i vigili – ripetevano i tassisti – anche noi li chiamiamo ma non arrivano mai”. Alla fine è stato necessario chiamare il sindaco, Giuseppe Cuomo, per avere finalmente una pattuglia dei vigili, ma sono arrivati quando ormai il peggio era passato.

A questo punto ci chiediamo e chiediamo:
1) Possibile che una zona calda come la stazione non sia presidiata stabilmente dalla polizia municipale?
2) Come mai quando è intervenuto il sindaco sono arrivate ben due auto in sequenza con 5 vigili in totale e prima non si è visto nessuno?
3) Lo sanno i tassisti di Sorrento che hanno il dovere di comportarsi civilmente, senza alzare la voce, visto che sulle loro auto hanno lo stemma di una città che fa dell’ospitalità il suo vanto principale in tutto il mondo?
4) Chi ha autorizzato il City Sightseeing a sostare sulla stazione? Non sarebbe più giusto farlo fermare al parcheggio Lauro lontano dalle zone di arrivo e partenza dei turisti visto che dovrebbe servire unicamente per visitare e non per spostarsi?
A queste domande ci vogliono risposte immediate; l’alternativa è solo il caos attuale che non favorisce nessuno e tantomeno la città.