Inizia il processo d’appello per Schettino

Schettino-aula-grosset

Prende il via il processo davanti alla Corte d’Appello di Firenze per la vicenda giudiziaria di Francesco Schettino, l’ex comandante della Costa Concordia naufragata il 13 gennaio 2012 davanti all’isola del Giglio provocando 32 morti.

La prima udienza è in programma domani, giovedì 28 aprile, con le costituzioni delle parti civili. Il collegio giudicante sarà presieduto da Grazia D’Onofrio. Nel corso del processo, la difesa dell’ex comandante chiederà l’annullamento della sentenza di condanna a 16 anni di reclusione per Schettino emessa dal Tribunale di Grosseto l’11 febbraio 2015. La Procura di Grosseto, che sosterrà la pubblica accusa anche in appello, controreplicherà chiedendo una pena più alta per l’imputato: non 16 ma 26 anni di reclusione.

La richiesta di proclamare innocente Schettino sarà illustrata dall’avvocato Saverio Senese del foro di Napoli (subentrato nel pool difensivo al posto di Domenico Pepe, che ha rassegnato le dimissioni subito dopo il verdetto di primo grado) e dall’avvocato Donato Laino sempre del foro di Napoli. Molto probabilmente l’imputato non sarà presente a Firenze per la prima udienza di appello e resterà nella sua abitazione di Meta.