Capri Watch fashion & Accessories

Il Tar annulla l’appalto per 40 nuovi treni Eav

circum1

Brutta notizia per gli utenti del trasporto pubblico che si servono dei convogli dell’Eav. L’assegnazione dell’appalto per la fornitura di 40 nuovi treni all’azienda è stata annullata dal Tar della Campania, che ha accolto il ricorso di una delle società che aveva partecipato alla gara il cui iter procedurale si è concluso circa 5 mesi fa.

La querelle giudiziaria vede contrapposte la Stadler e la Hitachi Rail. Quest’ultima è la società a cui Eav il 26 settembre dello scorso anno aveva assegnato l’appalto. I giudici della V sezione del Tar hanno però ravvisato incongruenze nell’operato della commissione di gara tali da portare all’annullamento dell’aggiudicazione.

Quasi certamente ci sarà un nuovo ricorso al Consiglio di Stato da parte dell’impresa che aveva vinto il bando. Fatto sta che ora si allungano inevitabilmente i tempi per la consegna dei 40 nuovi treni e crescono le incertezze circa l’arrivo dei primi nuovi convogli.

“Facciamo un po’ di chiarezza. Non è saltato nulla ed Eav non ha sbagliato nulla – il commento del presidente Umberto De Gregorio -. Il Tar ha accolto il ricorso di Stadler sulla gara dei 40 nuovi treni della Circumvesuviana. Per avere la sentenza ci sono voluti quattro mesi. Ci auguriamo che in quattro mesi la questione possa essere definitivamente risolta dal Consiglio di Stato. È chiaro infatti che è facile immaginare che Hitachi farà ricorso. Probabilmente a quel punto anche Eav farà ricorso per difendere il rigoroso comportamento della sua commissione di gara.

Eav non ha sbagliato nulla. Si è data un’interpretazione dell’offerta, poi contestata da Stadler, che ha condotto a utilizzare una percentuale invece di quella ritenuta corretta dal Tar. Vedremo cosa deciderà il Consiglio di Stato. Negli ultimi due anni abbiamo gestito centinaia di procedure per un valore di oltre 700 milioni di euro. Un lavoro amministrativo enorme. Soltanto 6 volte siamo stati chiamati in giudizio e solo due volte per ora siamo risultati soccombenti. Vedremo come finirà questa volta. Per noi, per i cittadini, occorre fare presto, molto presto. Chi vince ad Eav non importa. Importa che arrivino i treni.

Abbiamo fatto miracoli con la Regione prima per evitare il fallimento di Eav e poi per recuperare 250 milioni per questa gara storica. Per la prima volta un’azienda di trasporto del Centrosud ha ottenuto con le sue sole forze un finanziamento dalla Bei. Abbiamo fatto una gara in tempi record. Poi purtroppo ci fermiamo per i ricorsi. Ma Eav su questo non può fare niente.

Finalmente intanto pare che abbiamo risolto il problema del collaudo di Ansf per i treni revampizzati da Firema per la Circumvesuviana. Dopo otto mesi di passione il giorno 11 marzo verranno di nuovo i funzionari Ansf ed entro il 15 marzo ci auguriamo finalmente di immettere in servizio 3 treni e poi altri 3 entro aprile sino ad arrivare a 24 entro 12 mesi.

Oggi abbiamo 60 treni per lo più troppo vecchi. Domani saranno 90: 25 treni revampizzati entreranno in servizio nei prossimi 12 mesi. Ventuno treni Metrostar sono stati rimessi in funzione, altri 4 lo saranno nei prossimi mesi. 40 treni nuovi entreranno in servizio a partire dal 2022-23. Avremo quindi a regime 90 treni nuovi o quasi nuovi. I 40 treni vecchi potranno andare finalmente in pensione.

Intanto sono scaduti i termini per la gara per 10 treni per la metropolitana gestita da Eav: abbiamo ricevuto una sola offerta. Quindi non dovrebbero esserci intralci amministrativi. Nei prossimi giorni la commissione si riunirà ed assegnerà”.