Il Pd interviene sui divieti di balneazione

depuratore_marina_grande_2

SORRENTO. Riceviamo e pubblichiamo la nota del Partito Democratico di Sorrento in merito all’ordinanza che impone il divieto di balneazione a Marina Grande e nel porto di Marina Piccola.

“Anche quest’anno, puntualissimo, è arrivato il divieto di balneazione di Marina Grande con l’ordinanza n.197 del 9 giugno.

Il Partito Democratico di Sorrento pretende risposte dalla nuova amministrazione, che poi è sempre la stessa, su un problema che è sempre lo stesso: il mare.

Ancora una volta la analisi dell’Arpac certificano la scarsa qualità del nostro mare, ancora una volta il sindaco vieta la balneazione a Marina Grande. Quando finirà questa storia? Quando potremo riacquistare la liberta di nuotare nel nostro mare senza dover prima leggere le ordinanze sindacali?

Marina Grande dovrebbe essere un gioiello di cui vantarsi in tutto il mondo. E invece, tra la lentezza amministrativa e burocratica nel completare il collettore di Punta Gradelle e dismettere l’impianto di depurazione esistente, si continuano a sprecare occasioni per il suo rilancio.

Abbiamo invitato sindaco, Gori e ditta appaltatrice dell’impianto di Punta Gradelle a rispondere pubblicamente alle nostre domande sabato 13 giugno, alle ore 18, presso la spiaggia di Marina Grande. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare e far sentire la propria voce”.