Capri Watch - Fashion Accessories

Il campionato di Serie D non riprende, penalizzato il Sorrento dei giovani

sorrento-19-20

20 Maggio 2020, cielo coperto e pioggia inclemente su Sorrento e tutta la penisola sorrentina, scenario perfetto per una notizia infausta ma ormai scontata da tempo. Il Consiglio Federale della Figc cala il sipario sulla stagione sportiva della Serie D, ponendo un velo pietoso quindi sul Sorrento 2019/2020. Su un’orchestra quasi perfetta, composta da ragazzi combattivi e determinati e diretta sapientemente da mister Maiuri, costretta a riporre i propri strumenti lasciando l’opera incompiuta. Un finale che rimarrà per sempre nell’oscurità dell’ignoto.

Nessuno potrà mai ottenebrare, però, le emozioni rossonere che ci hanno regalato fino a domenica primo marzo. Resteranno vivide e splendenti nel cuore di tutti i sostenitori: prestazioni sontuose e incancellabili vittorie conquistate con grande orgoglio e senso di appartenenza.

Il Sorrento si è affermato a pieno merito tra le “grandi” del girone H, il più difficile dell’intera categoria, vantando inoltre un’età media molto bassa e sempre nelle prime posizioni della classifica “Giovani D Valore”. Foggia, Taranto, Casarano, Cerignola, Fasano, Gravina, tutte si sono inchinate al passaggio rossonero. Restava solo una da punire, la capolista Bitonto, capace di unscire indenne dal stadio “Italia” (1-1) lasciando però uno strascico di rivalsa che capitan Gargiulo e compagni avrebbero voluto giustiziare in un ritorno che purtroppo non si disputerà.

Con otto gare da giocare, più di un quarto della stagione, 24 punti in palio, il Sorrento è tra le più penalizzate da questo stop forzato. Una media punti di 1,92 che la posiziona tra le prime 14 a livello nazionale. Caro presidente Sibilia e tutti i consiglieri federali, il sogno rossonero non può infrangersi così.