Capri Watch, fashion accessories

Guardie giurate sui treni della Circum

circum-vigilantes

Guardie giurate sui treni della Circum diretti alle località turistiche mentre il personale della polizia amministrativa è incaricato della verifica dei biglietti. L’Eav prova a mettere in campo le sue risorse nel tentativo di prevenire atti vandalici e delinquenza. È un’operazione da circa 200mila euro, che l’azienda realizzerà utilizzando il fondo per la sicurezza.

Negli anni passati, dopo ponti come quelli del 2 giugno, in Eav veniva fatta la conta dei danni ai treni: porte divelte, finestrini rotti e i famigerati bordi sensibili distrutti. Si tratta delle guaine di gomma che attutiscono la chiusura delle porte dei convogli e che i teppisti si divertono a danneggiare con i taglierini. Poi c’erano i furti e i borseggi, particolarmente numerosi lungo le linee più battute dai turisti.

Ora l’azienda prova a invertire la rotta, piazzando guardie giurate sui convogli considerati a rischio per prevenire atti vandalici e delinquenza. Eav lo farà utilizzando il fondo per la sicurezza a cui spesso il presidente Umberto De Gregorio ha fatto riferimento in passato, spiegando che era esiguo e che non consentiva adeguati investimenti per proteggere viaggiatori e personale. L’opera di risanamento, insieme agli aiuti che sono arrivati dal governo centrale tramite la Regione, garantisce ora migliori margini di manovra ed iniziative come questa.

L’operazione Estate sicura è iniziata nei giorni scorsi e proseguirà fino a settembre. Non riguarderà tutte le linee dall’Eav ma soltanto quelle battute dai turisti, in particolare la Napoli-Sorrento. Il presidio ci sarà soltanto nel pomeriggio, dalle 16 alle 21 e non coprirà l’intera settimana, ma soltanto i weekend. Farà eccezione il giorno di Ferragosto, quando i vigilantes pure staranno sul treno in previsione della solita ressa di turisti e vacanzieri.

La presenza delle guardie giurate sui treni rappresenta un primo segnale, visto che si ritiene sia un’iniziativa che non possa risolvere del tutto il problema della violenza e degli atti di teppismo. Eav, nonostante una situazione economica decisamente migliore rispetto al passato, resta in difficoltà ed è anche per questo che ora chiede aiuto ai Comuni per completare il lavoro sulla sicurezza. Il presidente De Gregorio per questo ha scritto ai sindaci delle città della costiera sorrentina e dell’area flegrea invitandoli a fare la loro parte nella prevenzione degli episodi di teppismo e delinquenza. Secondo il presidente Eav i Comuni potrebbero mettere a disposizione i vigili urbani per controllare le stazioni, dove peraltro i fatti di violenza sono anche maggiori rispetto ai treni.

Nel frattempo anche polizia e carabinieri stanno intensificando i controlli sia nelle stazioni che nei treni della Circumvesuviana. E proprio ieri i carabinieri hanno bloccato un ladro a Pompei. In arrivo alla stazione di Villa Misteri, un turista di Milano sul treno 23 (9:09 da Napoli per Sorrento) si è accorto che gli avevano sottratto il portafogli ed ha attirato l’attenzione del capotreno con delle urla. Intanto però qualcuno stava accusando uno straniero proprio del fatto: all’arrivo del capotreno sul postoil ladro ha cercato in modo goffo di liberarsi della refurtiva ed è stato visto da chi aveva subito il furto. Intanto il capotreno aveva allertato la centrale operativa che ha chiamato i carabinieri, i quali hanno arrestato il malvivente.

Sul fronte del servizio, invece, quella di ieri è stata una giornata piuttosto intensa in Circumvesuviana. Non sono state effettuate corse aggiuntive, come avviene solitamente nel corso dei ponti festivi, ma sono stati potenziati i treni consueti sulla Napoli-Sorrento, quasi tutti con tre convogli invece di due. La folla di vacanzieri però ha comunque determinato ritardi di circa 20 minuti, soprattutto negli orari di punta.