False griffe a Capri, sequestrati quasi mille oggetti

sequestro-griffe-false

CAPRI. Gli uomini della Guardia di Finanza, nell’ambito di controlli della rete commerciale, hanno rinvenuto e sequestrato all’interno di una bigiotteria del centro ben 910 accessori di abbigliamento contraffatti. Il titolare dell’esercizio è stato denunciato per falsificazione di marchi e per ricettazione.

L’operazione, finalizzata alla tutela dei marchi e dei diritti d’autore, ha preso il via a seguito delle segnalazioni di alcune note griffe internazionali, che hanno informato la tenenza delle Fiamme Gialle di Capri del fatto che alcuni esercizi vendevano i loro prodotti palesemente falsi. Diversi sono stati gli esercizi commerciali, tra piccoli negozi di bijoux, souvenir e di oggettistica, che hanno ricevuto la visita dei finanzieri.

L’attenzione si è concentrata su un negozio in particolare, in pieno centro, dove erano presenti sulle vetrinette e nei pannelli di esposizione accessori recanti marchi famosi quali Chanel, Gucci, Moschino ed altri che, da un controllo dei militari, sono risultati essere falsi. Oggetti quasi identici agli originali ma che in realtà erano tarocchi, cover di telefonini, borsette da sera, portafogli e monili.

Secondo i finanzieri che hanno portato a termine l’operazione, questi oggetti, se immessi sul mercato, avrebbero fruttato un ingente ricavo, alterando il regolare funzionamento dell’economia e ingannando anche i consumatori finali dei beni, soprattutto quelli stranieri, allettati dai prezzi competitivi. I militari della guardia di finanza, oltre a procedere al sequestro dei beni, hanno inviato una dettagliata informativa alla Procura.