Capri Watch fashion & Accessories

De Luca chiede di sospendere i lavori per la Sorrento-Napoli ma l’Eav non si ferma

raddoppio-linea-ferroviaria-napoli-sorrento

“Un’opera che non ha senso se non riusciremo a portare il doppio binario fino a Sorrento. Fermarsi a Castellammare non serve. Dirò all’Eav che vanno trovati 100 milioni per finanziare l’intera tratta. Intanto si ferma tutto”. Lo diceva qualche giorno fa il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in riferimento ai lavori per il raddoppio del binario sulla linea ferroviaria Napoli-Sorrento. L’Eav, però, non si ferma ed il cantiere continua ad essere operativo.

Interventi in corso nei pressi della fermata di via Nocera e sulla collina di Varano che la sovrasta. L’Eav ha già eseguito gli espropri e disboscato la collina sotto la quale sarà scavata la seconda galleria. Un situazione che sta provocando proteste ed esposti in Procura.

Il progetto osteggiato da parte della popolazione oltre che dagli ambientalisti, prevede la soppressione della fermata di Via Nocera e la nuova stazione di Castellammare Scavi che nascerà all’ingresso della città. All’interno del nuovo terminal sono previsti un parcheggio sotterraneo e collegamenti pedonali con le ville romane che compongono gli scavi archeologici di Stabia. Lo stesso progetto prevede la riqualificazione della stazione di Castellammare Centro.

L’intera opera, compreso il raddoppio della linea tra Torre Annunziata e Castellammare Centro, è stata già finanziata per un importo complessivo di 135 milioni di euro tra fondi europei e regionali.