Capri Watch fashion & Accessories

Dal 15 maggio riaprono anche i lidi balneari

spiagge-meta-7

Gli stabilimenti balneari, secondo le nuove indicazioni del governo, possono riaprire dal 15 maggio così da essere pronti ad accogliere i turisti anche stranieri, in particolare i tedeschi, che con la Pentecoste dal 13 maggio hanno un periodo di vacanze di 15 giorni. Positiva la reazione degli operatori balneari che finalmente hanno la tanto auspicata data ufficiale di riapertura.

“La nostra richiesta è stata accolta, siamo soddisfatti: l’apertura a giugno ci avrebbe penalizzato rispetto ad altri mercati concorrenti come la Grecia e la Spagna. L’importante è che l’Italia c’è, è pronta”, sottolinea Antonio Capacchione, presidente dei balneari Sib di Fipe-Confcommercio.

Dalla prenotazione alla distanza tra ombrelloni di almeno 5 metri fino alle limitazioni delle attività in spiaggia, si prevedono per l’estate 2021, le stesse misure anti Covid dell’anno scorso. I balneari comunque, in vista di una possibile riapertura, hanno iniziato da qualche settimana ad effettuare lavori di manutenzione sulle spiagge,

“Le prenotazioni – dice ancora Capacchione – stanno arrivando, c’è voglia di mare. Ma finora erano orientate su luglio e agosto, mentre ora confidiamo che anticiperanno il periodo delle vacanze e non ultimo, quest’anno, prevediamo che molte persone arriveranno nelle località turistiche per lavorare in remoto con lo smart working”.

Gli stabilimenti balneari, chiarisce il presidente del Sib, “sono luoghi sicuri perché sono all’aperto e studi anglosassoni hanno certificato scientificamente che la percentuale di contagi all’aperto è insignificante”. Quanto ai protocolli per gli stabilimenti balneari il rappresentante di oltre 10 mila strutture dice che “probabilmente saranno adottati quelli messi a punto l’anno scorso, che hanno funzionato e confidiamo che questi vengano ufficializzati nei prossimi giorni. Siamo ragionevolmente ottimisti anche per la vaccinazione di massa e non crediamo debbano essere allentati i protocolli”.