Da oggi i controlli sugli sversamenti nei valloni

rifiuti-lavinola-13

PIANO DI SORRENTO. Da oggi tecnici comunali e carabinieri daranno il via ad un’operazione tesa ad identificare i proprietari delle abitazioni e delle attività commerciali che scaricano liquami e rifiuti di ogni genere nei valloni Lavinola e San Giuseppe. Si tratta, stando sin primi riscontri, di circa trenta soggetti nei confronti dei quali potrebbero scattare denunce per reati ambientali, oltre a salate sanzioni amministrative.

vallone-lavinola-rifiuti

I dettagli della strategia sono stati messi a punto ieri durante un summit cui hanno preso parte il sindaco di Piano di Sorrento, Vincenzo Iaccarino, il capo dell’ufficio tecnico Graziano Maresca, il comandante dei carabinieri della locale stazione, Daniele De Marini ed il fotoreporter Luigi De Pasquale, il primo a documentare il degrado in cui versano i valloni della penisola sorrentina.

intanto il primo cittadino ha presentato alla Regione un progetto di recupero dei canyon Lavinola e San Giuseppe attraverso la rimozione dei rifiuti e la stabilizzazione dei costoni tufacei in vista della valorizzazione dei valloni a fini turistici. Il costo previsto per l’intervento è pari a circa 30 milioni di euro che il governatore Vincenzo De Luca si è già detto disposto a finanziare con i fondi per fronteggiare il dissesto idrogeologico.