Capri, ecco il don Alfonso Cafè

Per festeggiare l’arrivo a Capri di Don Alfonso e Livia Iaccarino, grande party in stile Dolce vita Anni ’60 al Caprì Don Alfonso Cafè. Il ristorante simbolo dell’isola azzurra di Massimo Verde ed Enzo Iuele con vista mozzafiato a 360 gradi sul golfo con dirimpettaio il Vesuvio, da un lato il campanile del salotto del mondo e dall’altro la cortina di verde di Monte Solaro, che quest’anno vede la fusion con un altro grande regno del gourmet, lo storico Don Alfonso di Sant’Agata sui due Golfi, che proporrà a Capri le sue specialità in un menù dedicato che va ad arricchire quello tradizionale de Al Caprì. A illustrare le motivazioni che lo hanno portato a questa scelta è proprio Don Alfonso Iaccarino, innamorato dell’isola, che spiega: “Non a caso l’isola è proprio di fronte alla nostra azienda agricola e biologica a Punta Campanella, le Perracciole e Capri sembra quasi la sua continuità geografica”. “Il fascino, l’eleganza e la storicità della location – continuano all’unisono Massimo ed Enzo, i proprietari del locale – sono stati sicuramente i punti essenziali che hanno portato il guru della ristorazione italiana a decidere di aprire con noi una sinergia. Un tempo Al Caprì si chiamava il Blu Bar ed era il buen retiro di nobili, aristocratici, attori famosi e protagonisti della Dolce Vita degli Anni ’60. E’ per questo che abbiamo scelto questo tema che vuole legare, come un fil rouge invisibile due epoche, mantenendo inalterati il fascino e l’eleganza, ma anche l’eccellenza dei sapori.”
Domani quindi il via di Al Caprì Don Alfonso Cafè, dove gli ospiti saranno accolti da una sapiente scenografia, tra pergolati ed alberi di agrumi, look d’epoca dove trionfa il Panama e musica live con la colonna sonora affidata ai Winter Wine uno dei più apprezzati gruppi musicali del momento.