Bimbo di 5 anni al centro di una querelle giudiziaria, coinvolto imprenditore di Sorrento

tribunale-torre

SORRENTO. Una storia complicata quella che vede protagonisti un imprenditore di 50 anni di Sorrento e una quarantenne di Castellammare di Stabia e sulla quale stanno cercando di fare luce i giudici. Una vicenda che da cinque anni rimbalza tra le aule del Tribunale di Torre Annunziata. Nella sezione civile, infatti, è in corso un procedimento per accertare se realmente l’uomo è il padre biologico di un bambino di 5 anni, mentre nelle aule penali è a processo la donna denunciata per stalking dal suo ex amante.

Secondo l’imprenditore, che all’epoca dei fatti era già sposato, il piccolo sarebbe nato dalla relazione della donna con un altro uomo. Secondo la 40enne stabiese, invece, il piccolo che oggi ha cinque anni, è frutto di una liaison extraconiugale tra loro due. Una volta venuta a conoscenza della gravidanza, la donna avrebbe tempestato di messaggi e telefonate l’uomo e i suoi familiari. L’imprenditore ha così deciso di denunciarla per stalking. Accusa per la quale lei è oggi imputata.